MotoGP, Alex Marquez punge Zarco: “Poco intelligente in gara”

Alex Marquez amareggiato per la caduta nel GP Teruel 2020 MotoGP, perché pensava di poter risalire sul podio. Punge anche Johann Zarco.

Johann Zarco Alex Marquez MotoGP
Alex Marquez e Johann Zarco (Getty Images)

Era tra i piloti più attesi della seconda gara MotoGP ad Aragon, ma Alex Marquez è caduto mentre si trovava in quarta posizione. Forse non sarebbe risalito sul podio, però ha comunque buttato via un potenziale buon risultato.

Adesso il rookie del team Repsol Honda sarà chiamato a confermare anche a Valencia i progressi fatti negli ultimi gran premi. Il fratello di Marc Marquez ci tiene a dimostrare che il suo rendimento non è stato frutto del “caso”, ma di effettivi miglioramenti che ha saputo fare in sella alla RC213V.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> MotoGP, Rins avverte Mir: “Titolo non impossibile per me”

Alex Marquez “contro” Johann Zarco

Nel post-gara del Gran Premio di Teruel 2020, Alex Marquez ha così commentato quanto successo: «Sono arrabbiato e infastidito. Ho perso tempo con Zarco, potevo prendere Mir e ho commesso l’errore a causa della troppa voglia di salire sul podio. Mancavano diversi giri e dovevo essere paziente».

Il pilota del team Repsol Honda è arrabbiato con sé stesso per non aver gestito bene la situazione, ma è anche un po’ irritato dalla condotta di Johann Zarco: «Non è stato molto intelligente. Non ho perso tempo solamente io, lo ha fatto anche lui quando io sono arrivato e avevo più ritmo. Con Mir non ha reagito e con me sì, però comunque l’ho superato bene e potevo fare il mio passo. Ho commesso l’errore non a causa sua, ma perché volevo riprendere Joan».

Marquez ha avuto modo di spiegare anche la scelta di montare la gomma anteriore hard in gara, l’unico ad aver optato per quel tipo di mescola: «Una decisione presa assieme a tutta la squadra dopo la FP4. Funzionava abbastanza bene e avrei potuto essere veloce fino al termine della corsa. La caduta non è stata provocata dalla scelta della gomma. Devo imparare ad essere più calmo e paziente in certi momenti. A Valencia realisticamente punterò a stare in top 10, poi vedremo come andrà».

Alex Marquez
Alex Marquez (Getty Images)