Proprietario brucia la sua Mercedes-AMG GT 63 S per protesta – VIDEO

Il proprietario di una Mercedes-AMG GT 63 S ha bruciato la sua auto in un campo all’aperto come protesta ad un concessionario

mercedes protesta
(websource)

Ricordate quel russo che fece cadere il suo Mercedes-AMG G63 da un elicottero a causa di presunti problemi di affidabilità e di assistenza post-vendita? Beh, sembra che abbia avuto un seguito, ma questa volta da un altro vlogger che ha affrontato problemi simili ma con una Mercedes-Benz diversa.

Mikhail Litvin è un vlogger russo che ha combattuto una battaglia costante con un concessionario Mercedes dove ha acquistato la sua Mercedes-AMG GT 63 S.

Secondo quanto riferito, la sua coupé a quattro porte si è costantemente rotta da quando l’ha avuta e il concessionario non ha fatto nulla per risolvere il problema. A quanto pare aveva già inviato la sua auto al concessionario cinque volte – in tutti i casi il concessionario avrebbe trovato scuse per non riparare il veicolo o avrebbe tenuto la sua auto per un paio di settimane senza ripararla.

Alla fine, Litvin ha deciso di mandare un messaggio a Mercedes-Benz e ha bruciato la sua AMG GT 63 S in mezzo a un campo erboso. E’ stata una scena teatrale, che è finita ironicamente con lui che si allontanava (o cercava di farlo) a bordo di una ZAZ 968m che aveva bisogno di essere spinta.

Leggi anche -> Brabus Rocket 900, la modifica definitiva della Mercedes-AMG GT63 S

Il video in calce è stato caricato 24 ore fa e ha già raggiunto oltre 6 milioni di visualizzazioni al momento della scrittura. Era accompagnato da una descrizione in russo, che, tradotta in modo approssimativo, descriveva i sentimenti di Litvin per l’auto.

“Ho pensato a lungo a cosa fare con la mia Shark dopo il conflitto con la Mercedes. Credo che l’unica cosa da fare sia…FIRE! Ecco… La fine.. Non sono un uomo felice.”

Non sapremo mai la vera storia che c’è dietro il video, che sia un atto volontario o solo una trovata pubblicitaria, proprio come l’accusa sulla già citata AMG G63 caduta da un elicottero. Ma una cosa è certa: si tratta di un video molto costoso e non siamo sicuri che gli introiti di tutte le hit di questo upload su YouTube possano coprire tutte le spese.