La Honda passa dal baratro al sogno Mondiale con Nakagami

La Honda dopo i problemi di inizio stagione ora lotta con i primi e sogna addirittura il Mondiale a sorpresa con Nakagami.

MotoGP - Takaaki Nakagami (Getty Images)
MotoGP – Takaaki Nakagami (Getty Images)

Questo 2020 è stato sicuramente complicato per la Honda. Dopo l’infortunio di Marquez, infatti, non sono arrivati risultati rilevanti da parte degli altri piloti della squadra giapponese sino a poche domenica fa, quando Alex Marquez si è svegliato da torpore portando a casa ben due podi consecutivi.

Nella classifica iridata però chi, invece, è nei primissimi posti è Nakagami. Il pilota giapponese sinora ha ottenuto come suo miglior risultato un 4° posto nella seconda gara di Jerez, in compenso però è probabilmente l’unico rider tra quelli di testa che ha concluso a punti tutte le gare sin qui disputate.

Yokoyama: “Dopo la prima a Jerez eravamo entrambi delusi”

Grazie a questi risultati il pilota nipponico attualmente è 5° nella classifica iridata a 29 punti dal leader Mir. A questo punto quindi Nakagami può cominciare anche a sognare il titolo e dargli lo scettro di pilota su cui la Honda vuole puntare per il campionato è addirittura Yokoyama in persona.

Come riportato da La Gazzetta dello Sport, infatti, il d.t. della Honda ha così affrontato l’argomento: “Il mio obiettivo è quello di farlo diventare campione del mondo. Alla prima gara a Jerez, la sua pista preferita, non aveva guidato bene. Lui era deluso, ma io di più. Abbiamo avuto un incontro molto serio e io gli ho detto che eravamo giunti ad un punto cruciale della sua carriera. Gli ho detto che se non voleva distruggersi doveva crescere e la settimana dopo ha fatto 4°”.

Antonio Russo

Takaaki Nakagami (Getty Images)
Takaaki Nakagami (Getty Images)