Luca Marini, trovato l’accordo per la promozione in MotoGP con Ducati

Luca Marini correrà in MotoGP nel 2021 sulla Ducati del team Avintia, facendo coppia con Enea Bastianini e portando i suoi sponsor

Luca Marini (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Luca Marini (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)

L’accordo ormai è stato trovato: Luca Marini sarà un pilota di MotoGP nella prossima stagione, e dunque incrocerà le ruote con suo fratello Valentino Rossi, in un confronto inedito quanto affascinante. Manca solo la firma, che potrà essere apposta solo quando Alessio Uccio Salucci, il boss della VR46 che gestisce il Maro, tornerà nel paddock dopo la quarantena per il suo contagio da coronavirus. Ma ormai è solo questione di tempo: a rivelarlo è la Gazzetta dello Sport.

Marini, come previsto, difenderà i colori della Ducati satellite del team Avintia, in una coppia tutta italiana e tutta debuttante con Enea Bastianini: il quale ha già siglato il suo contratto, ma verrà ufficializzato solo insieme al suo prossimo compagno di squadra. Finirà dunque fuori dal Mondiale l’attuale pilota della scuderia spagnola Tito Rabat, che ora ha due offerte sul tavolo per il suo futuro: passare in Superbike, probabilmente con la Ducati del team Barni, oppure riciclarsi come coach sempre in Avintia.

Marini porta i suoi sponsor alla Avintia

Quel che è certo è che, insieme a Rabat, emigrerà anche il suo munifico sponsor Hublot, che versava 750 mila euro all’anno nelle casse del team iberico. Per sostituirlo, Marini porterà in dote i suoi attuali finanziatori della Moto2 (Sky, WithU e Bardahl). E il resto ce lo metterà la stessa VR46, cedendo ad Avintia in blocco moto e materiale della squadra di Moto3, che dal 2021 sarà dismessa.

Non cambieranno, invece, i vertici tecnici e sportivi: il team manager resterà Ruben Xaus, anche se la VR46 ha tentato senza successo di piazzare al suo posto Pablo Nieto, attuale responsabile della formazione di Valentino Rossi nelle classi inferiori. Ma per il 2022 potrebbe esserci un’altra evoluzione: Avintia è destinata a mollare la MotoGP, alla scadenza dell’attuale contratto quinquennale tra team e Dorna, e al suo posto potrebbe subentrare proprio la VR46. Ma se ne parlerà solo dopo la conclusione dell’attuale Motomondiale.

Luca Marini (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Luca Marini (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)