Schumacher aveva già capito tutto. Quando disse: “Hamilton mi batterà”

Nel 2008 Michael Schumacher ipotizzò già che Lewis Hamilton avrebbe potuto battere i suoi storici record in Formula 1

Lewis Hamilton e Michael Schumacher (Foto Clive Mason/Getty Images)
Lewis Hamilton e Michael Schumacher (Foto Clive Mason/Getty Images)

Ha raggiunto quota novantuno vittorie e ora procede ad ampie falcate verso il suo settimo titolo mondiale. Comunque la si pensi a riguardo dell’impossibile confronto generazionale, che in questi giorni sta facendo discutere esperti e semplici appassionati, i freddi numeri sanciscono che Lewis Hamilton ha già eguagliato (o, per lo meno, è praticamente sul punto di eguagliare) il leggendario Michael Schumacher.

Abbiamo sentito gli osservatori dividersi su chi sia il più grande dei due. Abbiamo sentito Hamilton dichiararsi onorato di potersi sedere al fianco del mitico Kaiser nel pantheon del Mondiale a quattro ruote. L’unica voce che, purtroppo, per ovvi motivi non possiamo ascoltare è quella di Schumi, che dal suo tremendo incidente sugli sci del 29 dicembre 2013 non è più apparso in pubblico. E, anzi, è ben protetto all’interno della sua residenza svizzera di Gland, sulle rive del lago di Ginevra, trasformata in una vera e propria clinica privata per curare i postumi della caduta.

Michael Schumacher e le sue parole su Lewis Hamilton nel 2008

Possiamo, però, ascoltare quello che la bandiera della Ferrari diceva in passato a proposito di Lewis Hamilton. E non è un caso se, proprio in questi giorni, su YouTube è rispuntata una sua vecchia intervista datata 2008: l’anno in cui l’anglo-caraibico, che aveva debuttato nel massimo campionato automobilistico solo una stagione prima, stava per vincere il primo dei suoi titoli iridati, al volante della McLaren. In questa dichiarazione che oggi suona nientemeno come profetica, Michael Schumacher ipotizzò già all’epoca che Hamilton avrebbe potuto battere i suoi primati. E, soprattutto, che a lui non sarebbe poi dispiaciuto troppo.

“Direi assolutamente di sì”, affermò il sette volte iridato. “Nessuno avrebbe mai pensato, nemmeno io stesso, di poter battere i cinque titoli mondiali di Juan Manuel Fangio. Eppure ci riuscii, e addirittura alzai l’asticella a sette. I record esistono per essere battuti e io sono abbastanza rilassato al pensiero che un giorno questo succederà: che sia Lewis o Massa o Sebastian Vettel a riuscirci. Chiunque sia, potrebbe essere uno dei piloti attuali o di quelli del futuro a farcela. Non ho alcun problema al riguardo”. Parole che qualcuno potrebbe leggere anche come una sorta di passaggio di testimone, tra due campioni che hanno segnato indelebilmente altrettante epoche della F1.

Leggi anche —> Chi è il più forte tra Hamilton e Schumacher? Vettel non ha dubbi

Michael Schumacher e Lewis Hamilton (Foto SASCHA SCHUERMANN/DDP/AFP via Getty Images)
Michael Schumacher e Lewis Hamilton (Foto SASCHA SCHUERMANN/DDP/AFP via Getty Images)