Chaz Davies saluta Ducati: “Finale perfetto, non ho rimpianti”

Chaz Davies dice addio a Ducati con un successo, il terzo posto nella classifica piloti e il titolo team Superbike. Un finale positivo.

Chaz Davies Superbike Ducati
Chaz Davies (Getty Images)

Chaz Davies lascia la Ducati come meglio non poteva, ovvero vincendo l’ultima gara del campionato mondiale Superbike 2020. A Estoril ha letteralmente dominato la seconda manche.

Ci ha messo del tempo, ma il pilota gallese è riuscito a diventare efficace in sella alla Panigale V4 R. Proprio sul più bello le strade delle due parti si andranno a separare, dato che il team Aruba Racing Ducati ha deciso di ingaggiare Michael Ruben Rinaldi. Il futuro di Davies, invece, rimane avvolto nel mistero.

LEGGI ANCHE -> Superbike, il team Orelac VerdNatura ufficializza Isaac Vinales

Superbike, quale futuro per Davies?

Davies ci ha tenuto a ringraziare tutto il team Aruba Racing Ducati per i sette anni trascorsi insieme, anche se non ha vinto il titolo piloti è comunque riuscito a togliersi delle soddisfazioni: “Sulla griglia di partenza tutti i miei meccanici erano in lacrime, mi hanno scritto dei messaggi personali sul serbatoio. Mi sono detto ‘Ora devo concentrarmi, devo inventarmi qualcosa’. Dopo 21 giri ero sul gradino più alto del podio. Tutti i ragazzi sono eccezionali, hanno sempre creduto in me. Non riuscirò mai a ringraziarli abbastanza”.

Chaz ha chiuso terzo nella classifica mondiale piloti Superbike 2020 e ha aiutato Aruba Racing a vincere il titolo dei team, mentre quello costruttori è sfumato per un punto a favore di Kawasaki: “Non mi ero accorto subito della vittoria del titolo mondiale per team. La squadra merita questo risultato. È bello chiudere vincendo un titolo, ne sono felice”.

Ovviamente al pilota gallese dispiace lasciare la casa di Borgo Panigale, però ormai le cose sono andate così e deve guardare avanti sperando di trovare una sistemazione soddisfacente per il 2021: “Non è stata una mia decisione quello che è successo. Comunque questo è un finale perfetto, non ho rimpianti e ho fatto il mio lavoro. Ho detto in quale direzione bisognava andare con la moto, abbiamo visto i risultati. La gara di domenica è stata come una favola”.

Speriamo di rivedere ancora Davies nel Mondiale Superbike, anche se le chance sono ridotte. Un peccato perdere un pilota veloce come lui nel campionato.