Aleix Espargarò contro Alex Marquez: “Non capisco cosa faceva lì”

Aleix Espargarò critico nei confronti di Alex Marquez, a suo dire reo di aver causato l’incidente tra i fratelli catalani.

Aleix Espargaro (getty images)

Le qualifiche del GP di Aragon si sono concluse con un contatto tra i fratelli Aleix e Pol Espargarò, incidente in cui è rimasto coinvolto anche Alex Marquez che ha provato a schivare entrambi percorrendo esternamente la curva. Il pilota Aprilia non ha nascosto una certa rabbia nel rivedere quella scena in TV e sentire dire che i due fratelli erano sotto investigazione. “C’era un’altra moto che mi ha rallentato davanti”.

Il maggiore dei fratelli Espargarò ha chiarito che fino a quel momento stava completando il “suo miglior parziale” e se a quel punto ha dovuto frenare non è stato per un capriccio, spiegando in dettaglio cosa è successo in quell’ultimo settore. “Stavo arrivando nel mio set migliore perché Maverick stava tirando e ho visto Álex che stava andando lentamente sul rettilineo ed è entrato nell’ultima curva. Era in mezzo alla traiettoria ma siamo arrivati ​​a 350. Dalla TV può sembrare facile lasciare spazio lì”.

A quel punto Aleix Espargarò ha dovuto sollevare la moto per non andare a sbattere contro la Honda di Marquez ed ha toccato suo fratello Pol che era alle sue spalle. Il pilota Aprilia ha riportato anche una botta alla caviglia, ma fortunatamente nulla di rotto. “Non ho capito molto bene, perché c’era molto spazio per fermarsi sul rettilineo e non so perché Álex si sia fermato a metà dell’ultima curva dove si superano i 200 km/h” .

Aleix partirà nono ad Aragon e confida che il motore che hanno stappato per questo fine settimana gli dia un plus di top speed: “Il nuovo motore è più potente, sono stato molto veloce con lui. Ieri ho raggiunto una velocità massima di 348 km / h, solo 3 km / h in meno rispetto alla Ducati. Quindi questo nuovo motore è molto forte nei rettilinei, ma anche molto aggressivo in curva”.