MotoGP Aragon, Joan Mir: “Rossi positivo al Covid preoccupa”

Joan Mir preoccupato per quanto capitato a Valentino Rossi, positivo al Covid-19, ma concentrato sul weekend MotoGP ad Aragon.

Joan Mir MotoGP
Joan Mir (Getty Images)

Joan Mir è il primo dei piloti non Yamaha dopo le prime due sessioni di Prove Libere MotoGP ad Aragon. Quarto tempo per il giovane talento della Suzuki, che mentre stava migliorando il suo tempo ha anche trovato in Danilo Petrucci un ostacolo nell’ultimo tentativo.

Lo spagnolo è in piena corsa per il titolo mondiale 2020 e il circuito del Motorland gli piace. Sicuramente sarà tra i protagonisti di questo weekend, anche se per sabato diventa fondamentale migliorare il passo gara e riuscire ad essere efficace nelle Qualifiche. Il giro veloce è stato più volte un suo tallone d’Achille.

MotoGP Aragon, Mir su Prove Libere e Rossi

Mir è soddisfatto del lavoro svolto nei primi due turni di Prove Libere ad Aragon: “Sono contento della giornata – riporta Marca – eravamo abbastanza forti. Mi sentivo bene con la moto, ho potuto fare dei bei tempi. Al mattino è stato difficile a causa della temperatura perché è complicato scaldare le gomme, le condizioni sono estreme“.

Le Yamaha appaiono più forti in Spagna, però il pilota Suzuki è determinato a fare il possibile per ottenere un risultato importante: “È presto per dare giudizi. Siamo abituati a vedere la Yamaha sempre fortissima nelle Free Practice. So che sarà dura vincere, ma cercherò di dare tutto per migliorare in termini di giro veloce e di ritmo“.

Al rider maiorchino viene anche domandato di Valentino Rossi, risultato positivo al Covid-19 e pertanto assente ad Aragon: “È una situazione molto complicata. C’è sempre il rischio di prendere il coronavirus. Quanto successo a Valentino, che in teoria ha tutto sotto controllo, ci lascia un po’ spaventati. Ti fa chiedere delle cose“.

Joan Mir MotoGP
Joan Mir (Getty Images)