Due Andrea per un sedile Aprilia: se lo giocano Iannone e Dovizioso

Dall’esito dell’appello di Andrea Iannone dipende la scelta del pilota Aprilia per il 2021: le alternative sono Dovizioso, Smith o Crutchlow

Andrea Iannone e Andrea Dovizioso ai tempi in cui erano compagni di squadra (Foto Ducati)
Andrea Iannone e Andrea Dovizioso ai tempi in cui erano compagni di squadra (Foto Ducati)

Non c’è solo Andrea Iannone ad attendere con impazienza il verdetto del Tribunale arbitrale sportivo, chiamato ad esprimersi in questi giorni sul caso del presunto doping, ma anche la Aprilia. Dall’esito dell’appello del Maniaco, infatti, dipende il futuro della Casa di Noale in MotoGP.

Nel caso in cui i giudici lo assolvano, il centauro di Vasto potrebbe teoricamente tornare sulla sua RS-GP già dal Gran Premio di Teruel della prossima settimana. Ma se dovessero confermare i diciotto mesi di sospensione o addirittura incrementarli fino a quattro anni (come ha chiesto l’agenzia antidoping internazionale Wada), allora il marchio italiano dovrebbe cercarsi un altro pilota per la prossima stagione.

Chi guiderà la Aprilia 2021: Iannone, Dovizioso, Smith o Crutchlow?

Questo crea una grande incertezza interna alla squadra. “La situazione di Andrea ovviamente si fa sentire sulla mia mente, ma soprattutto su quella del team”, spiega Bradley Smith, il collaudatore che è stato chiamato a rimpiazzare Iannone in questa stagione. “Sapere cosa accadrà in futuro serve al progetto, per avere di nuovo quella stabilità e quella concentrazione, conoscere come sarà il 2021. Al momento parliamo sempre in termini di ‘se’ e ‘forse’, perché la situazione non è chiara, e questo nello sport professionistico è un incubo. La fiducia è importante e penso che oggi, per via di queste circostanze, nel nostro team manchi”.

La decisione definitiva sul pilota che guiderà la seconda Aprilia ufficiale nel 2021 è attesa a stretto giro dopo il verdetto del tribunale: “Certamente spero che ci possa essere un chiarimento, da quello che ho capito la scadenza è fissata per la prossima settimana”, prosegue Smith. “Se potremo iniziare a fare programmi per l’assetto futuro della Aprilia, credo che tutti quanti inizieranno ad alzare la posta dentro al team e torneranno ad avere una stabilità e una visione del futuro”.

E se le notizie per Iannone dovessero essere sfavorevoli, la squadra veneta ha già una lunga lista di potenziali alternative. Il favorito è Andrea Dovizioso, attualmente ancora senza squadra dopo il divorzio annunciato dalla Ducati. “Ad oggi credo che i due Andrea siano ovviamente le principali priorità. Ma in caso contrario io sono l’opzione successiva”, conferma ancora Smith. Dietro a Iannone e Dovizioso, dunque, in questa virtuale griglia di partenza per un posto nel team si piazzano lo stesso Bradley, ma anche il suo connazionale Cal Crutchlow. Tutti appesi ad una sentenza…

Leggi anche —> Iannone resta in sospeso: ieri l’udienza al Tas, ora si attende la sentenza

Bradley Smith in sella alla RS-GP (Foto Aprilia)
Bradley Smith in sella alla RS-GP (Foto Aprilia)