Stefan Bradl: l’ombra di Dovizioso sul rinnovo di contratto con Honda

Stefan Bradl ad Aragon sostituirà per la settima volta in questa stagione Marc Marquez. Sul futuro da collaudatore c’è l’ombra di Andrea Dovizioso.

Stefan Bradl
Stefan Bradl (getty images)

Il collaudatore Honda Stefan Bradl prevede un’estensione del contratto da collaudatore, ma sa bene che il marchio dell’Ala dorata ha avviato colloqui anche con Andrea Dovizioso. Ad Aragon sostituirà ancora una volta Marc Marquez, sebbene i risultati non siano particolarmente entusiasmanti. Ma il suo lavoro è maggiormente incentrato sul testare nuove componenti in vista del prossimo anno e al fine di migliorare il feeling con la nuova carcassa Michelin che non pochi problemi sta causando anche nel box HRC.

Colloqui Honda-Dovizioso

Finora i piloti Honda non sono stati in grado di utilizzare il 100 percento del potenziale dei nuovi pneumatici posteriori morbidi Michelin. Da qui le cattive posizioni di partenza, per le difficoltà a fare un buon crono sul giro secco e, quindi, nelle qualifiche. Reduce dall’ottavo posto di Le Mans, il collaudatore tedesco sa che il risultato è in parte viziato dalle condizioni di bagnato sul circuito francese. “Le gomme da pioggia Michelin sono state molto resistenti nonostante il clima fresco. È stato difficile portare in temperatura le gomme sul lato sinistro. Ma una volta capito, è andato tutto bene”. Per lui si prospetta un quarto anno in veste di tester Honda, ma sa che fino a quando Andrea Dovizioso non avrà firmato per un altro team può rappresentare un ostacolo.

I rapporti con la casa giapponese sono ottimi, compresi con il team manager Alberto Puig. Al GP di Francia il tecnico catalano si è persino offerto di mantenergli l’ombrello in griglia di partenza… “Avevo un meccanico che era fermo per motivi privati, quindi il mio usuale portaombrelli non c’era, ha dovuto dare una mano come meccanico. Ecco perché Alberto si è assunto questo compito di responsabilità”, ha spiegato Stefan Bradl a Speedweek.com . “Da ex pilota GP, sa esattamente cosa dire al pilota in un momento del genere e di quali argomenti non parlare. Le parole che Alberto dice prima dell’inizio sono scelte molto bene. Sa cosa dire in ogni situazione”.

Stefan Bradl
Stefan Bradl (getty images)