MotoGP, Aleix Espargarò: “Iannone sta passando un momento difficile”

Alla vigilia del GP di Aragon Aleix Espargarò pensa ad Andrea Iannone, impegnato al Tas di Losanna nel giorno del verdetto finale sul caso doping.

Aleix Espargaro (getty images)

Un giovedì di attesa in casa Aprilia, non solo per la vigilia del GP di Aragon. Si attende la sentenza del Tas di Losanna su Andrea Iannone e Aleix Espargarò pensa al suo collega di box. “Spero che ci possa essere una buona soluzione”, ha detto giovedì ad Aragón il cpilota residente in Andorra. “Ho parlato anche ieri con Andrea, sta attraversando un momento molto difficile. Anche l’Aprilia è molto contenta di riavere Andrea per la prossima stagione. Spero che questo venga fatto nel miglior modo possibile, che possa tornare presto e Bradley [Smith] possa lavorare con noi come wildcard e collaudatore per continuare a migliorare la moto. Perché dobbiamo trovare un migliore equilibrio per la squadra, al momento è difficile nella nostra situazione attuale “.

Sarà un altro banco di prova per la casa di Noale che spera di chiudere la stagione con dei buoni risultati. “Iannone è stato molto competitivo qui ad Aragón lo scorso anno, questo significa che questo circuito è buono per la nostra moto. Non vedo l’ora di provarci, il tempo sembra migliorare”. A preoccupare i piloti della classe regina è il forte vento che soffia oggi al MotorLand, ma che dovrebbe attenuarsi in vista delle prove libere di domani. “Sono stato in bici mezz’ora e poi mi sono dovuto fermare. Ho anche incontrato Capirossi in pista e gli ho detto che, dal mio punto di vista, il vento era al limite, soprattutto per i ragazzi della Moto3”.

Dal punto di vista delle gomme dovrebbe esserci una piccola novità per tutti i piloti MotoGP: una gomma soft in più. “Abbiamo fatto pressione per ottenere almeno una gomma morbida in più. “P” è stata la miscela più morbida a Le Mans e sarà anche qui ad Aragón. Il problema è che non c’è niente di più morbido. Quindi abbiamo chiesto almeno di ottenerne una in più. Quindi elimini una hard e ci dai una extra soft. Questo ci semplifica la vita, anche in termini di sicurezza – ha sottolineato Aleix Espargarò -, perché non dobbiamo più iniziare il warm up o le FP4 con una gomma anteriore che ha già fatto 24 giri”.

Aleix Espargaro a Le Mans (getty images)