Rosberg preoccupato per Vettel: “Ormai è in una spirale negativa”

Spesso in errore e lontano anni luce dal campione di un tempo, secondo Rosberg Vettel è ormai entrato in una spirale negativa. Riuscirà a riprendersi?

Sebastian Vettel (©Getty Images)

Cosa ne sarà di Sebastian Vettel? Sono in tanti a chiederselo esterrefatti per la caduta progressiva del tedesco da metà 2018 a questa parte. Incapace di reggere la pressione per  presenza in squadra del nuovo pupillo Charles Leclerc, come d’altronde già gli era capitato in Red Bull all’arrivo di Daniel Ricciardo, il tedesco è stato di pari passo abbandonato dalla Ferrari fino allo strappo definitivo consumatosi durante il lockdown. Da allora il #5 non è più riuscito a trovare la bussola. Poco competitivo anche a causa di una SF1000 non sviluppata visto che nel 2021 correrà per l’Aston Martin, da inizio luglio in Austria non ha lesinato in svarioni per mancanza di lucidità, ma allo stesso modo per strenuo tentativo di tirare fuori qualcosa di buono dalla macchina, faticando però addirittura ad arrivare tra i primi dieci.

Perché Seb è crollato?

La debolezza psicologica mostrata dal quattro volte iridato anche in passato è senz’altro una parte della risposta. Un altro pezzetto lo ha aggiunto Nico Rosberg secondo cui il driver di Heppenheim sentirebbe troppo il peso di non essere più “il Dio del Cavallino”. La sua costante necessità di essere rassicurato, coccolato e trattato da figlio prediletto, all’improvviso non ha più trovato compimento perché le attenzioni sono state volte al monegasco spinto dal compianto Sergio Marchionne e questo lo ha mandato totalmente in tilt. Senza dimenticare che solo per aver vinto in Belgio e in Italia lo scorso anno subito è stato premiato con un aumento di stipendio e un contratto fino al 2024. Un affronto per Vettel. Una coltellata, che ha reso la sua situazione ancora più complicata.

“Uno sbaglio tira l’altro e alla fine diventa una valanga. Sebastian si trova ormai in una spirale negativa”, ha affermato a Sky il campione 2016. “Più dubbi hai, più errori commetti errori, ma il trasferimento in un altro team potrebbe aiutarlo”, ha chiosato con un augurio.

F1 - Nico Rosberg (Getty Images)
F1 – Nico Rosberg (Getty Images)

Chiara Rainis