Colpo di scena alla Red Bull. Ecco chi potrebbe arrivare

Un presunto caso di Coronavirus potrebbe aver aperto nuovi scenari in casa Red Bull. Marko ammette la trattativa con un altro pilota. 

La Red Bull di Alex Albon, la cui posizione è sempre più traballante (Foto Kirill Kudryavtsev - Pool/Getty Images/Red Bull)
Red Bull (Foto Kirill Kudryavtsev – Pool/Getty Images/Red Bull)

Per Nico Hulkenberg potrebbe arrivare l’occasione della vita. Proprio quando la sua carriera sembrava essere giunta al capolinea, la tanto agognata chiamata in un top team potrebbe essere vicina.

Sul 2020 pazzo del tedesco abbiamo già parlato in precedenza, ma la notizia circolata questo lunedì, ha davvero dell’incredibile. Come sappiamo, sabato mattina era stato chiamato di tutta corsa dalla Racing Point per sostituire Lance Stroll, alle prese con un virus intestinale, e completare il weekend al suo posto, ma in realtà il giorno prima il suo telefono era già squillato.  Dall’altro capo non c’era Otmar Szafnauer bensì Helmut Marko.

Per quale motivo il cacciatore di talenti lo stava cercando? Innanzitutto perché lo avrebbe voluto in cabina di commento per Servus TV, emittente austriaca legata al marchio Red Bull, ma anche perché il tampone di Alex Albon aveva lasciato intendere che potesse essere positivo al Covid. Ovviamente la questione non si è esaurita così. Il britannico finora non ha convinto malgrado il podio artigliato al Mugello, e il team avrebbe già cominciato a guardarsi attorno per trovare un’alternativa.

Il problema, per il 77enne di Graz, è che nessun giovane pare essere in grado di resistere alla scomoda vicinanza di Max Verstappen, pupillo dell’equipe con base a Milton Keynes, veloce, affamato e pungolato in continuazione da papà Jos.

“Nessuno riesce a tenere il passo dell’olandese, se non nelle giornate buone”, ha dichiarato a Sport1 l’ex driver palesando un problema interno non indifferente in ottica prossimo campionato. Dunque, quale migliore strada per ovviare a questo intoppo che puntare su un esperto?

I nomi disponibili in realtà non sono molti. Oltre ad Hulk, ci sarebbe Sergio Perez, scaricato dalla futura Aston Martin e ad oggi a piedi, ma il tedesco parrebbe avere qualche carta in più a suo favore. Il fine settimana del Nurburgring è stata la dimostrazione.

Nico Hulkenberg (©Getty Images)

Chiara Rainis