Verstappen non ci sta: “Perché tenere tutto quel tempo la safety car?”

Max Verstappen ha conquistato un ottimo 2° posto. L’olandese però ha trovato fuori-luogo l’aver lasciato la safety car in pista tutto quel tempo.

Max Verstappen (Getty Images)
Max Verstappen (Getty Images)

Max Verstappen ha fatto praticamente una gara in solitaria chiudendo alla fine al 2° posto alle spalle di un inarrivabile Lewis Hamilton. Scattato dalla terza posizione l’olandese ha resistito dagli attacchi di Leclerc alla prima curva. A quel punto il pilota della Red Bull ha approfittato del bloccaggio di Bottas per portarsi in 2a posizione.

A quel punto però per lui è diventata una gara di gestione con Hamilton che aveva un ritmo indiavolato. Anche dopo la safety car l’olandese non è riuscito a mettere pressione a Lewis e si è dovuto così accontentare della 2a posizione. Nell’ultimo tentativo utile però Verstappen è riuscito a strappare almeno dalle mani del britannico il giro più veloce.

Verstappen: “Ho cercato di fare almeno il giro più veloce”

Come riportato da Motorsport.com, il pilota della Red Bull a margine della gara ha così affermato: “Per noi è stata una buona gara, ho cercato di stare dietro a Lewis quando Valtteri si è ritirato. Il passo era buono, ma oggi Hamilton era troppo veloce. Il secondo posto era quello che oggi meritavamo. Ho cercato quantomeno di fare il giro più veloce e alla fine ci sono riuscito”.

Infine l’olandese ha così concluso: “La pista era tanto fredda e in questi casi le gomme calano tanto di temperatura. Onestamente non ho capito perché la safety car sia rimasta tutto quel tempo in pista. Ormai il tracciato era sgombero. Capisco che volevano farci avvicinare tutti, ma con queste gomme fredde è stata una decisione pericolosa da prender”.

Antonio Russo

Verstappen (Getty Images)
Verstappen (Getty Images)