Hamilton eguaglia Schumacher ed è nella storia: “Non l’avrei mai creduto”

Con il successo nel Gran Premio dell’Eifel, Lewis Hamilton ha raggiunto il record di 91 vittorie in carriera stabilito da Michael Schumacher

Lewis Hamilton con il casco di Michael Schumacher sul gradino più alto del podio del Gran Premio dell'Eifel di F1 2020 al Nurburgring (Foto Steve Etherington/Mercedes)
Lewis Hamilton con il casco di Michael Schumacher sul gradino più alto del podio del Gran Premio dell’Eifel di F1 2020 al Nurburgring (Foto Steve Etherington/Mercedes)

“Non avrei mai immaginato neppure di avvicinarmi ai record di Michael, che aveva dominato così a lungo”. Eppure è successo. Con la sua vittoria al Gran Premio dell’Eifel (ironia della sorte proprio al Nurburgring, in casa della leggenda della Ferrari), Lewis Hamilton ha raggiunto quota 91 successi in carriera.

Eguagliando così il record stabilito da Michael Schumacher nel 2006 e che, da allora, era sembrato semplicemente inarrivabile. Un’impresa che, se mai ce ne fosse ancora il bisogno, inserisce ancor più saldamente l’anglo-caraibico nei libri di storia della Formula 1. E che gli è valsa anche un premio speciale: uno dei caschi del sette volte iridato, consegnatogli dopo la gara dal figlio Mick Schumacher.

“Sono onorato, non so nemmeno cosa dire”, ha commentato un visibilmente emozionato Hamilton. “Come tutti noi, sono cresciuto seguendo e idolatrando Michael, un pilota di grande qualità, che era in grado di migliorarsi continuamente, con la sua squadra, anno dopo anno, gara dopo gara, settimana dopo settimana, e di dominare per tantissimo tempo. E non avrei mai nemmeno pensato di eguagliarlo. Arrivare in F1 era
il primo passo del sogno, poi emulare Ayrton (Senna, ndr), ma Michael era troppo più avanti”.

Lewis Hamilton al fianco di Michael Schumacher

Invece Lewis ci è riuscito, anche se ancora fa fatica a crederci. “Ci vorrà un po’ di tempo per abituarmi”, prosegue. “Quando ho tagliato il traguardo non l’avevo capito, me ne sono reso conto solo quando sono rientrato in corsia dei box. Essere qui oggi va oltre i miei sogni più folli. E non avrei potuto farcela senza questo incredibile team che mi spinge, che mi ha dato un’opportunità quando avevo tredici anni, e che dà ogni volta il massimo. Sono sempre più onorato di essermi unito a loro e di aver portato questo record alla Mercedes. E spero che ci siano tanti altri primati da stabilire in futuro”.

Il prossimo è già nel mirino, quello dei sette Mondiali del grande Schumi, che Hamilton potrebbe raggiungere già alla fine di questa stagione.

Mick Schumacher consegna a Lewis Hamilton il casco di suo padre Michael Schumacher dopo il Gran Premio dell'Eifel di F1 2020 al Nurburgring (Foto Lat Images/Mercedes)
Mick Schumacher consegna a Lewis Hamilton il casco di suo padre Michael Schumacher dopo il Gran Premio dell’Eifel di F1 2020 al Nurburgring (Foto Lat Images/Mercedes)