Binotto: “Nel 2021 motore nuovo, sta girando bene da mesi”

Mattia Binotto guarda con fiducia al 2021 e annuncia che la nuova power unit è già pronta e sta dando ottimi riscontri al banco.

Mattia Binotto (Getty Images)
Mattia Binotto (Getty Images)

La Ferrari sta vivendo uno dei momenti più bui della sua storia. La casa di Maranello, infatti, sta lottando con una vettura che non è per niente all’altezza della situazione. Sinora, inoltre, sono arrivati ben pochi aggiornamenti. In particolare gli uomini del team del Cavallino Rampante sembrano intenzionati a concentrarsi già al 2021.

Il rischio concreto però è che questo 2020 possa tramutarsi in una lunga collezione di brutte figure. In Ferrari però hanno deciso di cominciare a portare delle novità nei prossimi GP che possano servire anche alla vettura del prossimo anno. Niente di trascendentale, ma l’obiettivo è quello di ritornare quantomeno a piazzare le due macchine in top-10, un risultato che la Rossa, nelle ultime settimane, difficilmente è riuscita a mettere a segno.

Binotto: “Impossibile azzerare il divario da Mercedes”

Come riportato da Motorsport.com, Mattia Binotto ha così parlato delle novità in arrivo: “Abbiamo alcune novità nel pacchetto e ne avremo delle altre tra due settimane. Sono tutti affinamenti che serviranno a trovare delle conferme sulla strada da seguire per il 2021. Il prossimo anno avremo un propulsore completamente nuovo. Da mesi sta girando al banco fornendo dei buoni riscontri. Le novità di regolamento che ci saranno a livello aerodinamico costringeranno praticamente tutti a rifare la parte posteriore della vettura. Sono tutti aspetti sui quali dobbiamo lavorare per recuperare terreno nella prossima stagione”.

Il team principal della Rossa ha poi così concluso: “Riuscire ad azzerare il divario dalla Mercedes è praticamente impossibile, però l’obiettivo è quello di essere decisamente più competitivi rispetto a quello che stiamo facendo in questo momento”.

Antonio Russo

Mattia Binotto e Louis Carey Camilleri (Getty Images)
Mattia Binotto e Louis Carey Camilleri (Getty Images)