Giornata no per la F1 in Germania. In Mercedes sale la tensione

Anche la seconda sessione di prove libere al Nurburgring è stata stravolta dal brutto tempo, mentre in Mercedes cresce l’ansia.

(©Mercedes Twitter)

Come il mattino anche il pomeriggio della F1 in Germania si è aperto all’insegna del maltempo e della nebbia. Per il momento l’elicottero medico non può prendere il volo per cui per almeno 30 minuti non ci sarà alcuna azione in pista.

Dopo un quarto d’ora la situazione è più o meno identica a quella di prima. I piloti sono all’interno dei loro box a discutere

Nell’attesa di una risposta definitiva che dovrebbe arrivare alle 16 secondo le ultime notifiche della FIA Sebastian Vettel si intrattiene con Toto Wolff e il connazionale Mick Schumacher che avrebbe dovuto debuttare nel Circus nell’FP1 con l’Alfa Romeo, ma si è trovato costretto a rinunciare.

L’unico movimento è rappresentato da qualche driver, in particolare quelli della Williams, usciti dal loro garage per salutare il pubblico.
Alle 16 puntuale giunge la conferma che la sessione è finita prima ancora di cominciare. Troppo fitta la nebbia per dare il semaforo verde.


La preoccupazione della Mercedes

In una giornata completamente buttata per via delle condizioni climatiche avverse, in Casa delle Frecce Nere si è aperta un’altra questione decisamente più delicata, quella del Covid. Dopo il caso di positività certificato giovedì all’arrivo nel paddock, questo venerdì il team ha reso noto che pure un altro dipendete è risultato non negativo al tampone. Ma non finisce qua. Entrato in contatto con quattro persone della squadra, tutti gli interessati sono stati posti in isolamento.

Grazie alla proverbiale organizzazione germanica dalla base sono stati inviati altrettanti sostituiti.

Mick Schumacher e Sebastian Vettel (©F1 Twitter)

Chiara Rainis