Raikkonen verso il rinnovo. Perché la F1 ha ancora bisogno di lui?

Raikkonen probabilmente in Alfa anche nel 2021. Ma perché la F1 ha ancora bisogno di un 41enne che ha debuttato nella serie un ventennio fa?

Kimi Raikkonen (©Getty Images)

Con ogni probabilità questo venerdì arriverà l’annuncio della conferma di Kimi Raikkonen in Alfa Romeo e sebbene nelle scorse settimane il team principal del Biscione Frederic Vasseur avesse passato nelle mani del finlandese la palla relativa alla decisione finale sul suo futuro, le voci di mercato impazzate dopo il test di Fiorano con protagonisti tre piloti della Ferrari Academy avevano fatto pensare ad un rimpiazzo.  A quanto pare invece, a saltare sarà Antonio Giovinazzi, veloce sì ma poco costante e spesso in errore.

Ma perché l’eventuale rinnovo di Iceman sarebbe una buona notizia solo a metà? La risposta è semplice e sintetizzabile con un’altra domanda. Perché mai Renault ha dovuto richiamare Fernando Alonso? Uno ha quasi 41 anni, l’altro 39. Uno sport che ha bisogno di tenersi ben stretti personaggi più “attempati” non gode certo di buona salute. Chiedere pure al motomondiale che non sembra avere intenzione di lasciar andare via Valentino Rossi, coetaneo del finnico.

E’ evidente che nella F1 4.0 manchino i piloti di carattere, di vecchio stampo. Tutti o quasi hanno l’atteggiamento da figuranti, driver di passaggio, intercambiabili e senza spessore, capaci sì di dare vita a qualche buona prestazione e magari di strappare l’applauso, ma nulla di più. Niente, insomma che possa restare, che possa svolgere la funzione di motivazione e stimolo per le nuove generazioni, o di gancio per una platea di spettatori più giovane.

Nessuno al momento in griglia pare avere un briciolo di personalità, ed è così che si avverte la necessità di far rientrare il polemico Samurai dopo due stagioni di pausa e di tenere ad oltranza l’iridato 2007 malgrado non possa più ambire alle prime posizioni a causa di un’auto abbastanza scarsa, e una loquacità ridotta al minimo a lungo criticata e che oggi invece ha il sapore di manna.

Alfa Romeo - Kimi Raikkonen (Getty Images)
Alfa Romeo – Kimi Raikkonen (Getty Images)

Chiara Rainis