Joan Mir: “Vi dico di cosa abbiamo bisogno per vincere”

Joan Mir è determinato ad ottenere il primo successo in carriera in MotoGP. Il rider iberico però sa cosa gli manca per fare quell’ultimo step in avanti.

Joan Mir (Getty Images)
Joan Mir (Getty Images)

Joan Mir sta vivendo uno dei momenti più felici della sua carriera dopo il Mondiale vinto in Moto3. Lo spagnolo, pur non avendo ancora ottenuto il suo primo successo in MotoGP, attualmente è il primo inseguitore di Quartararo nel Mondiale distanziato dal francese di appena 8 lunghezze. A premiare il rider iberico sinora ci ha pensato una maggiore costanza di rendimento rispetto ai suoi colleghi.

Durante la conferenza stampa lo spagnolo ha così dichiarato: “Per me è molto bello essere qui in MotoGP con Fabio. All’inizio non è stato facile l’anno scorso perché era il mio anno da rookie quindi non è stato facile, poi però nella seconda parte della stagione le cose sono migliorate. Sicuramente adesso è più bello essere qui a lottare per il titolo. Siamo molto vicini alla vetta però per lottare per il campionato bisogna vincere delle gare”.

Mir: “Abbiamo del margine per migliorare”

Mir ha poi affrontato la questione della vittoria che ancora non arriva: “Al momento siamo molto competitivi, la vittoria è a portata di mano però non ci siamo ancora riusciti. Ora sono molto concentrato per portare a casa punti senza che la vittoria diventi un imperativo. Dobbiamo continuare su questa direzione. I festeggiamenti per il podio sono stati belli perché eravamo entrambi sul podio e tutto il team era felice”.

L’iberico ha poi così concluso: “Io penso che la soluzione per iniziare a vincere delle gare sia di cominciare a partire dalla prima o la seconda fila. Credo che abbiamo del margine per migliorare in quella situazione che sicuramente non è un nostro punto di forza. I test a Portimao sono andati bene, sicuramente è positivo aver girato su quella pista. Non abbiamo fatto molti giri, ma è comunque importante aver rivisto il tracciato”.

Antonio Russo

Mir (Getty Images)
Mir (Getty Images)