Ride 4: un passo avanti nella simulazione motociclistica tutto made in Italy

Milestone con Ride 4 fa un altro passo in avanti nel campo dell’intelligenza artificiale per quanto concerne la simulazione motociclistica.

Ride 4 (Ridevideogame)
Ride 4 (Ridevideogame)

La Milestone in questi anni si è spesso fatta apprezzare per i suoi racing game a due ruote estremamente realistici. Il loro prodotto di punta naturalmente resta MotoGP, ma non vanno dimenticati anche i divertentissimi titoli legati alla MXGP che ci permettono di impersonare Tony Cairoli, Gajser e tutti gli altri.

La casa milanese però, tra lasciando i titoli più commerciali sopra-citati, ha deciso di cimentarsi anche in un’avventura più ardua: quella di creare una sorta di Gran Turismo per le due ruote. L’operazione in questione si chiama Ride 4, un gioco che cerca di restituirci la sensazione di guidare per davvero una delle tantissime moto presenti nel catalogo.

Grande passo in avanti dell’AI

La grafica è di ottimo livello, ma una menzione speciale in questo titolo la merita senza dubbio l’intelligenza artificiale dei piloti. Milestone, grazie anche all’esperienza maturata con altri racing game a due ruote, sta affinando sempre di più l’AI dei rider controllati dal computer che ora vanno lunghi in alcune curve o studiano il sorpasso prima di effettuarlo. Unico neo: c’è sempre un pilota che fugge via in testa.

Molto curata anche la modalità carriera, vero fulcro del gioco, che permette di accedere a diverse leghe e coppe. A livello contenutistico l’offerto di Ride 4 è davvero di alto profilo, offrendo agli utenti la possibilità di guidare ben 176 moto diverse, 65 verranno aggiunte in futuro tramite DLC. Le piste sono invece 16, 31 i tracciati contando le varie varianti. Il gioco manca ancora qualcosa sul versante dell’offerta multi-giocatore. Noi di Tuttomotoriweb.com abbiamo deciso di assegnargli un voto di 8.5.

Antonio Russo