Lorenzo giura amore alla Yamaha: “Vi spiego perché non ho fatto altri test”

Jorge Lorenzo sembra aver deciso di proseguire come tester Yamaha. Lo spagnolo ha anche spiegato il perché di questa sua lunga assenza dai test.

Jorge Lorenzo e Galbusera (Getty Images)
Jorge Lorenzo e Galbusera (Getty Images)

Nei giorni scorsi si era molto parlato di Jorge Lorenzo e del fatto che la Yamaha, dopo i test pre-stagionali, non lo avesse più coinvolto in altre prove. Lo spagnolo però dovrebbe essere tra i protagonisti delle prove sul nuovo circuito di Portimao.

I colleghi di “AS” lo hanno intercettato in aeroporto e gli hanno chiesto dei suoi prossimi impegni: “L’obiettivo in questo test di Portimao è tornare in sella, perché passare 9 mesi senza guidare una MotoGP è tanto, è quasi un anno. Non ho mai avuto così tanti mesi di pausa e non sarà facile. Po dicono che sia un circuito complicato. L’obiettivo è quello di fare un buon lavoro e trovare il giusto setting per far trovare la moto pronta quando qui verranno i rider ufficiali”.

Lorenzo: “Il coronavirus ha complicato tutto”

Lo spagnolo ha poi proseguito: “Vorrei continuare a fare il collaudatore, perché credo che per me che mi piacciono le moto sia un lavoro perfetto. In questo manca solo la sensazione di vincere e lottare per il titolo. Ti alleni per pochi giorni, non c’è pressione e hai tanto tempo libero. La priorità per me è continuare con Yamaha e spero che siano soddisfatti di me dopo questi test”.

Infine Lorenzo ha spiegato perché la Yamaha lo aveva un po’ accantonato negli ultimi mesi: “Il coronavirus ha complicato tutto. I problemi logistici per i viaggi dei meccanici dal Giappone all’Europa ci hanno impedito di fare altri test. Quindi per questo tutte le nostre sessioni sono state annullate”.

Antonio Russo

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)