Verstappen e Newey, la Red Bull respinge l’assalto ai suoi gioielli

La Red Bull vuole blindare il suo pilota Max Verstappen e il suo capo progettista Adrian Newey, nonostante le sirene delle squadre avversarie

Max Verstappen (Foto Mark Thompson/Getty Images)
Max Verstappen (Foto Mark Thompson/Getty Images)

Di Max Verstappen si parla ormai da tempo come possibile obiettivo della Mercedes, almeno qualora Lewis Hamilton decidesse alla fine di non rinnovare il suo contratto con il team campione del mondo in carica. E anche il capo progettista Adrian Newey, il guru degli aerodinamici della Formula 1, sarebbe nel mirino di una squadra avversaria: nello specifico la Aston Martin, che lo vorrebbe ingaggiare a suon di milioni e milioni messi sul piatto dal proprietario magnate Lawrence Stroll.

Insomma, la Red Bull è al centro del mercato, ma sembra anche fermamente intenzionata a respingere gli assalti delle squadre avversarie che puntano a strapparle i suoi elementi più preziosi. Questo, almeno, è quanto afferma il team principal Christian Horner. Pur senza voler entrare nel merito delle clausole segrete del suo accordo, il boss dei Bibitari conferma convintamente che Verstappen resterà al volante della vettura anche nella prossima stagione: “Il suo contratto con noi resterà sempre riservato. Ci saranno sempre speculazioni su possibili clausole di uscita prima della scadenza fissata a fine 2023, ma sono sicuro al 100% che lui resterà con noi in futuro”.

Red Bull punta sulla stabilità

Lo stesso vale anche per l’ingegnere inglese: “Newey è con noi da 14 anni ed è molto felice all’interno della squadra”, conferma Horner. “Gli piace lavorare nel nostro ambiente, ha ovviamente fatto più di un passo indietro negli ultimi anni, ma è ancora motivato. L’anno prossimo resterà assolutamente in squadra, senza alcun dubbio”.

La volontà delle Lattine è quindi quella di puntare sulla continuità, come dimostra anche la possibile riconferma del secondo pilota Alex Albon, nonostante il suo rendimento altalenante lo abbia messo in discussione e si sia parlato di una possibile sostituzione con Sergio Perez. “Alex ha solo bisogno di costruire un percorso sulla base delle prestazioni che ha messo in campo al Mugello”, conclude Horner.

Leggi anche —> La mossa alternativa: e se invece Verstappen finisse alla Mercedes?

Adrian Newey (Foto Mark Thompson/Getty Images)
Adrian Newey (Foto Mark Thompson/Getty Images)