Valentino Rossi: “La mia passione è iniziata a due anni”

Valentino Rossi ringrazia papà Graziano per avergli trasmesso la passione per le due ruote. Il segreto del suo successo? La passione. Ma serve anche essere veloci.

Valentino Rossi
Valentino Rossi (getty images)

In Catalunya Valentino Rossi ha messo la firma sull’ultimo capitolo della sua carriera in MotoGP. Correrà ancora un anno, forse due, con la Yamaha del team Petronas SRT, a seconda dei risultati che siglerà da qui alla prossima estate. 41 anni e non sentirli, grazie ad una passione che si trascina dall’infanzia, merito anche di papà Graziano che lo ha instradato sulla via delle due ruote.

Il Dottore non vuole lasciare questo mondo che ha condiviso per 25 anni e passa, che ormai sente suo. “Mi è sempre piaciuto essere qui. Mi è sempre piaciuto questo stile di vita. Ho sviluppato una passione per le moto all’età di due anni – racconta a Motorsport-Total.com -. Questa passione è ininterrotta. Questo fa la differenza. Ma ovviamente è importante essere veloci e lottare per le posizioni importanti”. Oggi come oggi non si può andare avanti solo con la passione, serve una preparazione impeccabile, limata nei minimi particolari, oltre ad una moto che risponda perfettamente alle proprie esigenze. “Quando ero piccolo, mio ​​padre era un pilota. Amavo seguirlo. È una delle prime cose che ricordo”, ha raccontato il campione di Tavullia.

All’epoca non era tanto usuale iniziare a girare in moto così presto. Valentino ha iniziato una generazione e ne apre un’altra, quella dei piloti che possono essere competitivi anche ad una certa età. Dal 2016 ad oggi è forse questa la stagione in cui è più vicino al podio, sebbene la vittoria manchi da Assen 2017. “È molto importante arrivare in cima. Graziano si è divertito molto quando sono salito sulla moto per vedere se fossi un disastro e quanto rischiassi”. Di certo per proseguire oltre una certa soglia di età serve passione ma anche divertimento. “La passione fa la differenza. Hai una bella vita, ma sei anche molto sotto pressione. Soprattutto ora devi essere un vero atleta in MotoGP. Devi allenarti ogni giorno e avere un certo stile di vita – ha rimarcato Rossi -. Non è facile. Se perdi quella sensazione, sarà tutto molto difficile”.

Rossi (Getty Images)
Rossi (Getty Images)