Pablo Nieto: “Faccio da filtro per Valentino Rossi”

Pablo Nieto racconta qualche retroscena dell’Academy e dello Sky Racing Team VR46. Al momento tutti i piloti sono italiani, ma non si esclude l’ipotesi di reclutare in Spagna.

Pablo Nieto (foto Sky Racing Team VR46)

Gli allievi della VR46 Academy stanno facendo strada in classe regina. Il primo a passare nella massima serie è stato Franco Morbidelli, seguito da Pecco Bagnaia. Il piemontese ha vinto con lo Sky Racing Team di Pablo Nieto che, in un’intervista allo Sky Racing Team VR46, parla del modus laborandi all’interno delle scuderie Moto2 e Moto3.

Il team di Valentino Rossi al momento è padrone del campionato di mezzo con Luca Marini, autore di due vittorie, più una di Marco Bezzecchi. In Moto3 Celestino Vietti ha raccolto tre podi con una vittoria. “L’Academy sta lavorando alla grande, sì. Sono più concentrato su chi sia la squadra, ma vedere i piloti dell’Academy a Misano fare primi e secondi sia in Moto2 che in MotoGP, per Bagnaia e Morbidelli, è stato incredibile. Perché la festa fosse perfetta, era necessario che Valentino arrivasse terzo”.

L’apertura alla Spagna

Nel futuro della VR46 potrebbero esserci anche piloti spagnoli e non solo italiani. L’obiettivo è quello di vincere e restare al top. “L’Academy è solo per piloti italiani, al 100%. Ma quello che vogliamo fare è vincere, quindi dobbiamo cercare di avere il meglio con noi. Cerchiamo di renderli italiani, ma se vediamo che non soddisfano i requisiti di cui la squadra ha bisogno, dobbiamo guardare alla Spagna, perché sono molto bravi”.

A prendere le decisioni importanti c’è sempre Valentino Rossi, in collaborazione con i principali rappresentati dell’Academy e dello Sky Racing Team VR46. “Ogni volta che dobbiamo prendere una decisione importante come ingaggiare questo pilota o andare in quella direzione, la prendiamo insieme: Uccio, Albi, Carlo, Gianluca, Valentino e io. Ovviamente sto cercando di filtrare per Vale. I piccoli problemi nella squadra non devono arrivare a lui. Più che altro perché Vale continua a correre e deve avere la mente dove deve essere. Chiede sempre: “Com’è andata la giornata?” … “Come è andato l’allenamento?” … “Che fine ha fatto quel tal dei tali che oggi non è stato veloce?” … “Dite a Celestino che a turno Vedo molto aperto ‘…’ Che ritmo ha Luca, credo che siamo qui per vincere ‘”.

Luca Marini in pista nelle qualifiche del Gran Premio di Catalogna di Moto2 2020 a Barcellona (Foto Sky Vr46)
Luca Marini in pista nelle qualifiche del Gran Premio di Catalogna di Moto2 2020 a Barcellona (Foto Sky Vr46)