MXGP: dramma a Mantova, pilota in coma indotto dopo una caduta

Brutto weekend in MXGP. Il pilota lituano Jasikonis dopo una caduta è finito in ospedale in coma indotto. Apprensione per lui.

Jasikonis (Facebook)
Jasikonis (Facebook)

Chi corre sa di dover dare un po’ di confidenza alla morte ad ogni staccata, ad ogni curva, ma allo stesso tempo ricaccia via quel pensiero ad ogni accelerata perché la paura è l’unica amica che non puoi permetterti se ogni domenica sei su una moto a gareggiare.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

If you ask me how was this week of racing I would answer 🙅‍♂️ 📸 @jpacevedophoto

Un post condiviso da Arminas Jasikonis (@arminasjasikonis) in data:

Qualche volta però ci si mette di mezzo la sfortuna a complicare le cose ed è quello che è accaduto a Arminas Jasikonis, una delle migliori promesse della MXGP, che è caduto a metà della seconda manche a Mantova mentre era 6° riportando un trauma cerebrale.

Coma farmacologico per Jasikonis

Il 23enne è stato subito trasportato in elicottero a Cremona dove è stato messo in coma farmacologico. La sua famiglia ora ha il fiato sospeso in attesa di ricevere, si spera, notizie positive dai medici.

Per onestà di cronaca bisogna sottolineare che il coma farmacologico è una prassi in questi casi e servirà ai medici per stabilizzare le condizioni del rider lituano. Al momento sta ricevendo le migliore cure possibili e si spera di ricevere presto notizie positive sul suo conto.

Jasikonis corre per il team di cui è co-proprietario Kimi Raikkonen. Gli uomini della squadra si sono subito stretti intorno alla famiglia del lituano che deve cercare di vincere la sua gara più complicata.

Antonio Russo

Jasikonis (Getty Images)
Jasikonis (Getty Images)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

⚪️⚫️

Un post condiviso da Arminas Jasikonis (@arminasjasikonis) in data: