Binotto emblema della Ferrari decadente, ma Leclerc resta il Predestinato

L’incidente stradale occorso a Binotto sembra essere l’esatta rappresentazione del momento Ferrari. L’unico a non perdere lustro è Leclerc. 

Mattia Binotto (Getty Images)
Mattia Binotto (Getty Images)

Sarà forse il karma di provenienza nord Europa per come si sta comportando, sta di fatto che Mattia Binotto, dopo un difficile GP di Russia, nelle scorse ore è stato protagonista di un presunto tamponamento al volante della sua Alfa Romeo Stelvio con tanto di carroattrezzi arrivato a prelevarlo. Scherzi a parte. Questo episodio tutto sommato banale sembra riassumere alla perfezione il periodo nero del box Ferrari. Nulla ad oggi pare andare nel verso giusto per la scuderia modenese. Fallimentare in pista, peggio ancora nei rapporti umani. In particolare proprio il team principal non si sta certo coprendo d’onore per la modalità in cui ha licenziato Vettel in pieno lockdown, e adesso per come continua a snobbarlo. In mezzo a tutto questo a brillare, si fa per dire, è la stella di Leclerc. Osannato dai media che proseguono a trattarlo da “Predestinato” e coccolato dalla scuderia che lo tiene come il cocco di casa, il monegasco è stato di recente elogiato anche da Marco Tronchetti Provera.

“Una F1 con una Rossa non competitiva perde sicuramente appeal, ma sono fiducioso che riuscirà a recuperare anche perché Charles è l’uomo giusto su cui puntare“, ha dichiarato l’amministratore delegato di Pirelli al programma radiofonico “La Politica nel Pallone”.

Tutti, insomma, si aspettato, molto, forse troppo dal #16 che, l’anno scorso non ha fatto nulla per togliersi la pressione di dosso, anzi, più la stampa lo ingigantiva, più lui dava loro  credito, sbagliando. In questa maniera infatti, il Principino, la cui velocità non si discute, si è messo al centro di un pericolo latente, quello di saltare schiacciato dal peso di attese che non può rispettare e di una macchina poco competitiva che potrebbe costringerlo a rimandare i suoi sogni di parecchi anni.

Charles Leclerc (Foto Bryn Lennon/Getty Images)
Charles Leclerc (Foto Bryn Lennon/Getty Images)

Chiara Rainis