MotoGP, Morbidelli: “Sono arrabbiato, potevo salire sul podio”

Franco Morbidelli pensava di conquistare il podio nella gara MotoGP di Catalogna, invece nel finale è stato beffato dai piloti Suzuki. C’è amarezza.

Franco Morbidelli
Franco Morbidelli (Getty Images)

Partito dalla pole position, Franco Morbidelli in gara a Montmelò non è poi riuscito a salire sul podio. Nel finale è stato superato sia da Joan Mir che da Alex Rins sulle Suzuki, quindi ha dovuto accontentarsi del quarto posto.

Ha vinto il suo compagno di squadra Fabio Quartararo e dunque l’italo-brasiliano ha qualche rammarico. Sicuramente ha il rimpianto di aver commesso un errore andando lungo alla curva 1 a circa metà della corsa. Nell’occasione ha perso tanto tempo e anche la posizione su Valentino Rossi, caduto qualche giro dopo. Senza quello sbaglio, avrebbe potuto probabilmente difendere il suo piazzamento podio.

Morbidelli amareggiato a Montmelò

Morbidelli ai microfoni di Sky Sport MotoGP si è mostrato dispiaciuto per l’epilogo della gara in Catalogna: «Sono arrabbiato per questo quarto posto, il che è positivo. Avevo fatto una buona partenza, mi sono messo davanti e ho spinto forte sperando che le gomme non finissero. Invece ho cominciato a faticare con la gomma anteriore. Fabio mi è tornato sotto e mi ha superato».

Il pilota del team Petronas SRT prosegue la sua analisi spiegando l’errore che ha poi influito sul risultato finale a Montmelò: «La Yamaha 2020 va più veloce sul dritto della M1 che ho io. In rettilineo facevo più fatica rispetto alle altre Yamaha, dovevo rischiare molto in staccata. Al 14esimo giro ho completamente sbagliato la frenata e quasi sono andato addosso a Fabio. Per fortuna non sono caduto e non ho perso troppo. Da lì in poi ero in difficoltà con gli pneumatici e purtroppo mi hanno fregato entrambe le Suzuki. Senza quell’errore avrei potuto fare podio, per questo sono arrabbiato».