Johann Zarco: “Peccato per me e per Dovizioso, ma sono le corse”

Johann Zarco chiude la sua gara in Catalunya dopo appena due curve. Per il francese svaniscono le speranze di salire nel team Ducati factory.

Johann Zarco
Johann Zarco (getty images)

Johann Zarco ha sciupato forse la sua più grande occasione in questa stagione. Probabilmente l’ultima vera chance per passare al team Ducati factory nel 2021. Il sogno si interrompe dopo appena due curve, quando per evitare un contatto con Danilo Petrucci è costretto a frenare e, nella caduta, travolge anche Andrea Dovizioso. “Ho migliorato i miei tempi sul giro durante il fine settimana di sessione in sessione”, ha detto il francese, che partiva dalla sesta posizione in griglia ed era il secondo miglior pilota Ducati in qualifica dopo Jack Miller (4°). Avevo anche un buon passo gara, ma ho dovuto seppellire le mie speranze alla curva 2″.

Johann Zarco descrive quanto accaduto in curva 2, anche alla luce di quanto rivisto in tv. “Petrucci ha avuto un momento di shock perché ha dovuto evitare di toccare una KTM. Ho dovuto rallentare per evitare di speronarlo. Non è stato difficile, ma appena ho schiacciato il freno anteriore mentre ero inclinato, sono caduto. È stato un peccato per me e per Dovi, ma purtroppo è una corsa”.

Fortunatamente nulla di rotto per il pilota di Cannes che ora attende la prossima gara che si terrà sul circuito di casa a Le Mans. “Questa seconda curva era al limite a causa delle temperature, dimostrate da ulteriori cadute successive”, ha continuato il pilota Avintia Ducati. “Sono deluso perché ho calcolato un buon risultato. Ma non dovrebbe esserlo. Almeno non sono stato ferito. E ora non vedo l’ora che arrivi Le Mans, anche se spero che il tempo non sia troppo freddo. Ma la Michelin porta sempre delle gomme molto morbide in modo che possiamo sopportare meglio le basse temperature”.

Johann Zarco (getty images)