Jack Miller all’assalto della falange Yamaha: “Posso provarci”

Jack Miller è il pilota Ducati più veloce al termine delle qualifiche del GP di Catalunya. Domani proverà a dare l’assalto alla prima fila targata Yamaha.

Jack Miller in Catalunya (getty images)

Jack Miller ha chiuso le qualifiche in Catalunya al quarto posto, miglior pilota Ducati alle spalle della prima fila Yamaha. Il compagno di marca e leader del Campionato del mondo Andrea Dovizioso ha concluso solo 17° in griglia, ma in seconda fila troverà Johann Zarco, in corsa non solo per il podio, ma per le residue speranze di passare nel team Ducati factory.

“JackAss” Miller proverà a mettersi alla caccia dei tre alfieri Yamaha, provando ad approfittare del lungo rettilineo di oltre mille metri dove potrà dare voce al motore della sua Desmosedici GP20. “Oggi il feeling con la moto era decisamente migliore, anche il vento era migliore e anche la moto stessa… Sembra tutto strano qui. Non puoi mai aprire il gas in modo aggressivo, tutto deve essere estremamente delicato. Non si tratta di battere i record sul giro, si tratta di capire la gomma. La curva 9 e la curva 4 sono punti importanti. Se ti inclini troppo aggressivamente, la moto scivola immediatamente. Devi scegliere attentamente l’angolo e non usare troppo il freno motore. Tutto deve avvenire molto delicatamente. Più sono gentile, più veloce posso guidare”.

Il layout del Montmelò, infatti, non è solo top speed, ma è costituito da curve tecniche dove le M1 possono sfruttare l’agilità in percorrenza. Ma decisiva sarà la scelta della mescola al posteriore. “L’usura delle gomme sarà un grosso problema in gara. Ho fatto 26 giri con la gomma anteriore nelle FP4 e anche 21 giri con la gomma posteriore. Non è stato fantastico, ma va bene. Sarà importante mettersi davanti ai ragazzi della Yamaha, ma anche non bruciare le gomme, come a Misano 1 – ha concluso Jack Miller -. Posso provare a spezzare la falange della Yamaha come meglio posso”.

Jack Miller
Jack Miller in Catalunya (getty images)