Sia la Ferrari che la Mercedes promuovono Stefano Domenicali

Non solo la Ferrari, dove ha militato a lungo, ma anche i diretti rivali accolgono con favore la nomina di Stefano Domenicali a presidente e ad della F1

Stefano Domenicali e Mattia Binotto (Foto Lars Baron/Getty Images)
Stefano Domenicali e Mattia Binotto (Foto Lars Baron/Getty Images)

Un coro pressoché unanime di giudizi positivi si è levato dal paddock della Formula 1 a seguito dell’annuncio della nomina, da parte del gruppo Liberty Media, di Stefano Domenicali a nuovo presidente e amministratore delegato del Mondiale a quattro ruote. Comprensibile che a lui siano giunti gli applausi della sua Ferrari, squadra nella quale militò per buona parte della carriera, giungendo addirittura a diventarne team principal, prima di passare alla Lamborghini. Il suo successore al vertice della Scuderia, Mattia Binotto, ha espresso commenti favorevoli a questa notizia.

“Sono molto contento per lui e per la F1“, ha dichiarato ai microfoni di Sky Sport. “Lui è un uomo di sport, che conosce molto bene la F1. È una persona che è sempre stata corretta nei confronti di tutti. Conosce regolamenti, equilibri e governance. È la persona giusta al posto giusto. Non solo per la sua esperienza in F1 ma anche per quella successiva nell’automotive con Lamborghini e per il suo carisma nel paddock. È piaciuto a tutti, a maggior ragione può piacere a noi”.

L’ingegnere italo-svizzero ha rivelato anche di avere un ottimo rapporto umano con Domenicali: “Conosco Stefano molto bene”, spiega Binotto. “Non nascondo che è anche un mio amico. È una persona con cui ci si sente, ci si trova. È anche una persona corretta bilanciata, equilibrata, che ha un buon istinto per tutta la parte commerciale di promozione e networking. Sa parlare con la gente e coinvolgere. Saprà dare una bella spinta alla F1 a livello commerciale e di immagine, di avvicinamento dei giovani a questo sport. È la persona azzeccata per questo ruolo”.

Anche gli avversari della Ferrari accolgono Domenicali

Ma anche la diretta rivale Mercedes, per bocca del suo pilota Lewis Hamilton, si è detta contenta della scelta del nuovo capo del massimo campionato automobilistico. “Conosco Stefano molto bene, è uno dei ragazzi più simpatici che conosco. In realtà non credo che avrebbero potuto scegliere davvero una persona migliore per rimpiazzare Carey, che ha svolto un lavoro grandioso e ha sempre avuto un approccio grandioso. Stefano credo che abbia un grande cuore, una buona famiglia e una bella morale. Perciò il futuro è positivo”.

D’accordo anche il team principal della Red Bull, Christian Horner: “Penso che sia grandioso per questo sport, lui è uno dei buoni. Avendo lottato contro di lui, quando era il team principal della Ferrari, so che ha molta integrità, è stato un corridore, un competitore, comprende questo business. Ha trascorso gli ultimi anni della sua vita nel mondo commerciale al di fuori della Formula 1. Ha svolto un grande lavoro alla Lamborghini e penso che sarà una grande risorsa per la Formula 1. Ovviamente vediamo che ai vertici di questo sport ci sono Jean Todt, Ross Brawn e Stefano: sembra un assetto da fine anni ’90 o inizio 2000. Ma non credo che ci sia da parte loro nessun pregiudizio favorevole alla Ferrari. Sono sicuro che Stefano sarà scrupolosamente imparziale”.

Leggi anche —> Ufficiale: Stefano Domenicali è il nuovo capo della Formula 1

Stefano Domenicali (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Stefano Domenicali (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)