Ma allora la Mercedes è in vendita, sì o no? Ecco l’inattesa retromarcia

Il gruppo Daimler, a cui fa capo la Mercedes, smentisce che il team di Formula 1 sia sul punto di essere venduto alla multinazionale chimica Ineos

Lewis Hamilton in pista (Foto Lat Images/Mercedes)
Lewis Hamilton in pista (Foto Lat Images/Mercedes)

Si sta trasformando in un giallo la vicenda della presunta messa in vendita della Mercedes, la scuderia dominatrice delle ultime stagioni della Formula 1. A lanciare la bomba che ha scosso il paddock è stato Eddie Jordan, ex team principal dell’omonima scuderia da lui fondata, oggi diventato un esperto retroscenista.

Il britannico si è detto “assolutamente sicuro” che la Freccia nera sarà acquistata dalla Ineos, multinazionale chimica da quest’anno già sponsor della formazione anglo-tedesca, per la pazzesca cifra di 900 milioni di euro. Una versione che a molti osservatori è parsa credibile, oltre a giustificare il ritardo nel rinnovo dei contratti del boss Toto Wolff e del pilota Lewis Hamilton, entrambi in scadenza a fine stagione.

Mercedes smentisce la vendita del team

Eppure i diretti interessati continuano a smentire seccamente. Il primo a negare è stato lo stesso Wolff, a cui oggi si aggiunge la dichiarazione di un portavoce del gruppo Daimler, a cui fa capo proprio il marchio della Stella a tre punte. “Continueremo con il team e sarà un team Mercedes“, ha dichiarato all’agenzia di stampa Dpa. “Non abbiamo in programma di andarcene, né di avere un altro team principal”.

Questo stesso dirigente, di cui non viene fatto il nome, prosegue sostanzialmente confermando in blocco l’attuale organico della scuderia: “Continueremo con le stesse persone: Lewis, Valtteri e Toto”. Non c’è certamente da stupirsi se, nel bel mezzo di una trattativa tanto chiacchierata quanto delicata, i diretti interessati non siano pronti a confermare la notizia. Ma il dubbio resta: a quale versione dobbiamo credere?

Leggi anche —> Ecco perché Hamilton e Wolff non firmano il rinnovo con Mercedes

Lewis Hamilton in pista (Foto Lat Images/Mercedes)
Lewis Hamilton in pista (Foto Lat Images/Mercedes)