Joan Mir si tira fuori: “Non mi sento in corsa per il titolo”

Joan Mir nonostante al momento sia in piena corsa per il titolo non si sente uno dei competitor per il Mondiale 2020 di MotoGP.

Joan Mir (Getty Images)
Joan Mir (Getty Images)

Joan Mir è sicuramente la grande sorpresa di questo primo scorcio di stagione. Il rider iberico grazie alle ultime gare dove è cresciuto davvero tantissimo, ha messo insieme degli ottimi risultati che lo hanno proiettato addirittura in piena lotta per il titolo, anche se al momento non ha ancora ottenuto un successo in MotoGP.

Durante la conferenza stampa pre-weekend Joan Mir ha così affermato: “Questa stagione è molto importante. Dobbiamo essere tutti tanto concentrati. Sapevamo che sarebbe stata un’annata particolare, ma non siamo riusciti ad essere costanti. Io comunque sono riuscito a trovare una buona consistenza nelle ultime 4 gare. Nell’ultima gara ho studiato un po’ la Yamaha e la KTM perché eravamo molto vicini e ho fatto un po’ di paragoni. Ho studiato anche le linee di Fabio che erano simili alle mie. Ho visto anche che Suzuki e Yamaha sembrano somigliarsi”.

Mir: “Dobbiamo migliorare in qualifica”

Lo spagnolo ha poi proseguito: “La KTM, invece, è un po’ più vicina alla Ducati. Penso che abbiamo un ottimo pacchetto. Ci sono però delle aree in cui abbiamo ancora dei problemi, ma come tutti penso. Per lottare per il campionato sarà fondamentale essere costanti e provare a stare sempre sul podio. Dobbiamo migliorare in qualifica che è un nostro punto debole.

Infine Mir ha così concluso: “Sinceramente non mi sento un competitor per il titolo perché ancora non ho vinto la mia prima gara. Spero di cominciare a vincere dei GP perché per conquistare il titolo devi vincere delle gare, cominciamo a vincere dei Gran Premi e poi ne parleremo. Non immaginavo di ritrovarmi in una posizione così, non mi aspettavo di essere così veloce e speravo di essere almeno in top-5”.

Antonio Russo

Mir (Getty Images)
Mir (Getty Images)