Il retroscena di Leclerc: “Così mi dissero che ero diventato pilota Ferrari”

Charles Leclerc ricorda bene il giorno in cui gli fu annunciato il suo ingaggio dalla Ferrari… con uno scherzo da parte dell’allora boss Arrivabene

Charles Leclerc (Foto Ferrari)
Charles Leclerc (Foto Ferrari)

Si dice che la prima volta non si scorda mai. E, se questo è vero, allora a maggior ragione Charles Leclerc non potrà mai scordare la prima volta in cui gli fu comunicato ufficialmente che sarebbe diventato un pilota della Ferrari. Il coronamento di un sogno di gioventù e di un obiettivo per il quale aveva lavorato sodo per anni, crescendo nelle file del vivaio di Maranello.

Ma c’è anche un’altra ragione per cui quel giorno rimarrà indimenticabile per il Piccolo principe, ed è la modalità con cui quella comunicazione così importante gli fu consegnata. Questo retroscena tanto inedito quanto buffo è stato rivelato dallo stesso ferrarista monegasco oggi, a distanza di due anni dall’accaduto.

Lo scherzo di Arrivabene a Leclerc

L’episodio risale infatti all’estate 2018, quando Leclerc ricevette sul suo cellulare una telefonata dell’allora team principal del Cavallino rampante, Maurizio Arrivabene. “Non dimenticherò mai quel momento in cui ho ricevuto la notizia di essere diventato un pilota Ferrari“, rivela oggi ai microfoni di Beyond the Grid, il podcast ufficiale della Formula 1. “Ero su una barca con molti amici. Poi ho ricevuto la chiamata di Maurizio e ho detto di fermare il motore, di fermare tutto. Tutti tacevano”.

E proprio a quel punto Arrivabene pensò di stupire il suo futuro portacolori con uno scherzo davvero inaspettato: “Maurizio prima mi disse: ‘Guarda, abbiamo fatto la nostra scelta e non sei stato preso per il prossimo anno’. E io ero, insomma, molto deluso. Non è che mi aspettassi di essere preso, ma ovviamente avevo quella speranza. Ci sono stati cinque secondi in cui non ho detto niente e poi lui mi ha detto: ‘no, sto scherzando, in realtà sei stato scelto per il sedile della Ferrari’. Io cercavo di stare calmo al telefono e poi mi sono lanciato in acqua e dopo è stata solo follia”.

Charles Leclerc (Foto Ferrari)
Charles Leclerc (Foto Ferrari)