L’annuncio Ferrari: “In Russia ci saranno delle novità, ma…”

Il direttore sportivo della Ferrari Mekies predica la pazienza alla vigilia del weekend della Russia e promette finalmente qualche miglioria sulla SF1000.

                                                                                                                                               Ferrari (©Getty Images)

Anche se ancora nel box della Rossa devono capire da che parte girarsi, a quanto sembra, in quel di Sochi, sulla monoposto di Vettel e Leclerc faranno la loro comparsa alcuni aggiornamenti. Unica del gruppo ad essere rimasta praticamente immobile da inizio stagione, la Ferrari ha finalmente deciso di fare qualcosa.

“Con il GP di Russia inizia la seconda parte della stagione”, ha dichiarato Laurent Mekies. “La prima è stata davvero intensa, con nove gare in undici settimane. Per quanto ci riguarda abbiamo accusato delle difficoltà come dimostrano i risultati, però non mollare fa parte del nostro dna, dunque alla gara sul Mar Nero ci approcceremo in questa maniera”.

Il transalpino ex FIA ha quindi annunciato ciò che i tifosi Ferrari speravano di sentirsi dire da tempo, pur con un grande ma davanti. “Ci saranno piccoli aggiornamenti aerodinamici che sono parte di un percorso che si completerà nelle prossime corse e che punta a correggere, per quanto possibile, le carenze evidenziate finora, anche e soprattutto in ottica 2021”, ha rivelato.”Il progresso atteso da questo primo pacchetto è piccolo, tuttavia ci permetterà di verificarne il funzionamento e avere una base certa per gli sviluppi successivi.”

Siccome il Cavallino di oggi è tutt’altro che glorioso e rampante, la chiosa finale dell’ingegnere francese ha immediatamente ridimensionato le aspettative, almeno per quanto concerne l’appuntamento di questo fine settimana. “La pista russa non ci è mai stata troppo amica. Daremo il massimo, consapevoli che i nostri diretti avversari sono tanti e competitivi”.

Al momento l’equipe modenese occupa il sesto posto della classifica costruttori con 66 punti seguita dall’Alpha Tauri ,ferma a 53, che comunque ha dato l’impressione di essere decisamente più competitiva dell’avversaria più blasonata.

Il direttore sportivo della Ferrari, Laurent Mekies (Foto Mark Thompson/Getty Images)
Il direttore sportivo della Ferrari, Laurent Mekies (Foto Mark Thompson/Getty Images)

Chiara Rainis