La Aston Martin è il team giusto per Vettel: Schumacher ne è convinto

Ralf Schumacher sostiene che le difficoltà attuali di Sebastian Vettel siano colpa della Ferrari e che alla Aston Martin il pilota tedesco rifiorirà

Sebastian Vettel (Foto Mark Thompson/Getty Images)
Sebastian Vettel (Foto Mark Thompson/Getty Images)

La crisi Ferrari ha travolto anche la carriera di Sebastian Vettel, ma il quattro volte campione del mondo non ha certamente dimenticato come si guida e tornerà ai vecchi fasti l’anno prossimo alla guida della Aston Martin. Ne è convinto Ralf Schumacher, anch’egli ex pilota di Formula 1, nonché fratello del leggendario Michael che fu l’idolo d’infanzia di Seb.

Schumi sostiene che se Vettel patisce il confronto interno con Charles Leclerc è perché il suo matrimonio con la Rossa è ormai in difficoltà. “Così vanno le cose in Formula 1“, ha dichiarato ai microfoni di Sky Germania. “Se non è tutto a posto, distacchi del genere sono possibili. Tutti i miglioramenti e i futuri sviluppi alla Ferrari ormai sono cuciti addosso ai punti di forza e di debolezza di Leclerc, che è il loro uomo del futuro. Questo è il grosso problema di Sebastian: ha bisogno di una macchina diversa da Leclerc. Tutto quello che aiuta Charles non aiuta Sebastian. Ciò spiega il grande distacco da mezzo secondo in qualifica”.

Il passaggio alla Aston Martin farà rinascere Vettel

Ma Ralf si aspetta che il 33enne suo connazionale ritrovi il suo consueto smalto nella prossima stagione, grazie al passaggio alla Aston Martin. “Sono fermamente convinto che vedremo Sebastian di nuovo forte”, prosegue. “Ci sono molti motivi: prima di tutto, la macchina si adatterà meglio a lui. In termini di prestazioni, in generale è più veloce della Ferrari, ma anche più facile da guidare. Il bilanciamento chiaramente sarà più adatto a Sebastian”.

Inoltre Schumacher sostiene che anche l’atmosfera del team britannico sarà più positiva per Vettel: “Loro lo vogliono davvero”, ha spiegato, “ed è una buona sensazione, specialmente in una situazione come la sua. Stanno profondendo grandi risorse finanziarie, perciò nascerà un team piccolo, compatto, con il potenziale e il sostegno della Mercedes. In più ci si troverà bene, un fattore che è importante per lui, come era alla Red Bull in passato”.

Leggi anche —> Il boss Aston Martin rivela tutta la verità sull’ingaggio di Sebastian Vettel

Sebastian Vettel (Foto Bryn Lennon/Getty Images)
Sebastian Vettel (Foto Bryn Lennon/Getty Images)