Albon rivela come ha festeggiato il podio del Mugello: “È stato tragico”

Autore di un incredibile podio in un GP del Mugello denso di colpi di scena ed incidenti, Albon si è trovato a festeggiare il risultato in una maniera inattesa.

Alex Albon (©Getty Images)

Ostriche, caviale, champagne? Beh, considerato lo stipendio che incassano i piloti di F1 Alex Albon avrebbe potuto benissimo permettersi tutto questo ben di Dio, ma purtroppo per lui le cose sono andate diversamente. Per celebrare il suo primo podio nel Circus, l’inglese della Red Bull si è dovuto accontentare di molto meno.

Parlando del movimentato weekend toscano ad F1 Nation, il 24enne ha innanzitutto ammesso di essere soddisfatto, ma non senza un po’ di amaro in bocca. “E’ stato bello e ne sono molto felice. Mi erano già capitate un paio di occasioni di chiudere in top 3 e sarebbe stato magnifico se ci fossi riuscito prima, ma va bene così. Credo che sia arrivato al momento giusto viste le chiacchiere che si rincorrono”.

E in effetti il pilota di origine tailandese non ha tutti i torti. La differenza di prestazioni con Max Verstappen è stata ampia e in tanti hanno reclamato la sua testa addirittura in corso di campionato, come in fin dei conti, è spesso accaduto in casa energetica. Per un periodo, quando ancora non era certo il passaggio di Vettel in Aston Martin, si era vociferato un suo rientro nel team che lo aveva lanciato proprio nel bel mezzo del 2020.

“Avevo avvertito dei miglioramenti tra Spa e Monza, per cui sono contento finalmente di aver conquistato la posizione che ci meritavamo. E’ inoltre la giusta ricompensa per la mia parte di box”, ha proseguito con una certa onestà intellettuale.

Quindi, a proposito del party per la terza piazza artigliata al Mugello, il #23 ha raccontato: “Ho cenato da solo con una bistecca con l’osso e un tiramisù. Sono rimasto nello stesso albergo del fine settimana e non c’era nessuno. Solo una coppia, che tra l’altro non mi conosceva. E’ stato tragico”, ha concluso facendo quasi tenerezza.

(©Alex Albon Twitter)

Chiara Rainis