Aleix Espargarò: “Con l’Aprilia impossibile andare più veloci”

Aleix Espargarò si lamenta dopo le qualifiche di Misano per la mancanza di potenza. Il motore è il vero punto debole dell’Aprilia RS-GP.

Aleix Espargaro (getty images)

Aleix Espargaró riscontra ancora difficoltà nel week-end a Misano e in griglia di partenza occuperà la 16esima posizione. Nel tentativo di conquistare la Q2 ha riportato una caduta dopo aver segnato un buon 1’31” che lo aveva proiettato nella manche successiva delle qualifiche, prima di essere spodestato dalle KTM e dalle Ducati.

Suo fratello Pol partirà dalla seconda fila e ancora una volta deve soccombere nella sfida a distanza di casa Espargarò. Nonostante la RS-GP 2020 sia un deciso passo avanti rispetto al prototipo dello scorso anno, non basta per puntare alla top-10 in maniera costante. “Al mattino nelle FP3 sono riuscito a fare due giri in 1:31. Poi Zarco è caduto, io sono stato veloce, ma c’era bandiera gialla. Poi sono stato di nuovo veloce e sono caduto anch’io. Con l’Aprilia è impossibile andare più veloci, nessuno può. Non c’è modo, è impossibile essere più veloci”.

Nuovo motore ancora in via di sviluppo

Dopo il grande ottimismo dei test invernali, Aleix Espargarò deve fare i conti con il verdetto della pista. La casa di Noale resta ultimo costruttore in classifica e l’assenza di Andrea Iannone in sella alla RS-GP complica ulteriormente la situazione. “La moto è buona. Mi piace molto guidare l’Aprilia. Il feeling sulla moto è molto buono, ma il motore è molto lento. Non posso fare niente per essere tra i primi 10 con questo ritmo. Tutti i piloti sono quasi al limite in ogni curva. Pertanto, le distanze sono molto piccole, quindi abbiamo visto molti incidenti. Ho provato ad andare sotto 1:31 ma ho rischiato troppo”.

Il motore resta uno dei punti deboli della nuova moto, come dimostra la facilità dei sorpassi avversari. “La moto e l’assetto sono buoni. Riesco a decelerare bene la moto e posso anche guidare ad una buona velocità in curva. È il motore più lento in termini di accelerazione in questo campo. Ma su questa rotta devi accelerare ancora e ancora. Ecco perché arrivo in ritardo nelle zone di frenata”.

Il motore non è ancora a pieno regime, ma anche se lo fosse probabilmente non sarebbe ai livelli di Suzuki e KTM. “Ci manca molta coppia. Siamo forti, corriamo a Misano da tanti anni – ha concluso il pilota catalano -, ma non possiamo dimostrarlo, le prestazioni mancano”.

ALEIX ESPARGARO
Aleix Espargaro (foto Aprilia)