Test MotoGP, una Honda ufficiale per Takaaki Nakagami

Takaaki Nakagami ha provato la Honda RC213V di Stefan Bradl nel test di Misano. 2° crono di giornata per il giapponese della LCR.

Takaaki Nakagami a Misano (getty images)

Takaaki Nakagami ha provato la Honda 2020 nella giornata di test e ha concluso al secondo posto nel test di Misano. Nonostante una caduta ha concluso la giornata di lavoro con ottime sensazioni. “Abbiamo cambiato molte cose e provato molte parti. Stiamo lavorando di più sul posteriore ed è stato tutto molto positivo. Sono davvero contento di come siamo migliorati rispetto al weekend. Perché soprattutto venerdì e sabato sono stati giorni molto brutti per noi, abbiamo davvero faticato”.

Dopo l’opaca prestazione di domenica il giapponese del team LCR ha trovato alcune soluzioni per provare a migliorarsi nel prossimo fine settimana in Emilia Romagna. “Siamo migliorati in ogni settore, ma dobbiamo stare attenti perché tutti sono diventati più veloci”. Grazie all’assenza di Stefan Bradl ha potuto effettuare alcuni giri con la moto ufficiale, ma ha riportato una caduta nel tentativo di effettuare un long run. “Dopo una decina di giri ho colpito il grosso dosso alla curva 1 e la mia ruota anteriore è caduta. È stata una caduta innocua, ma voglio scusarmi con HRC”.

L’attenzione dei tecnici, in assenza di Marc Marquez, è rivolta su Takaaki Nakagami. “Quando ho guidato la nuova moto oggi, c’erano così tante persone – non so quante, sicuramente più di dieci. È stato bello da vedere”, ha aggiunto il giapponese- “Tutti hanno scritto i miei commenti, è stata una bella sensazione. Ma questo è il mio lavoro e cercano sempre di sviluppare la moto e vedere come possiamo migliorare. Mi hanno solo dato l’opportunità di guidare la nuova moto e ho solo dato il mio feedback su cosa andava bene e cosa no. La cosa buona è che non ho trovato nulla di negativo. Sono così felice e penso che la Honda funzionerà abbastanza bene per il futuro”.

Takaaki Nakagami a Misano (getty images)