In occasione della gara del Mugello di questo fine settimana la Ferrari verrà omaggiata in un modo speciale per i suoi 1000 GP.

La vettura di Charles Leclerc in pista nel Gran Premio del 70° anniversario di F1 2020 a Silverstone (Foto Ferrari)
Ferrari (Foto Ferrari)

Sull’iconico circuito del Mugello una vettura rossa detterà il passo prima della gara, e magari, in caso d’incidente, pure durante, ma purtroppo non sarà una Ferrari, almeno secondo le premesse della vigilia.

Con uno slancio di bontà la Mercedes ha deciso di omaggiare la scuderia del Cavallino per le sue mille partenze in un evento della massima serie a ruote scoperte e per questo tingerà la Safety Car di rosso.  Un omaggio che al di là della sportività lodevole, suona un po’ come una beffa. Perché un’auto rossa riesca a comandare un gran premio deve intervenire la diretta concorrenza.

Leclerc celebra la storia di Maranello

Come i tedeschi anche Charles ha voluto a modo suo esaltare le glorie della sua squadra, oggi zoppicante. Sul suo account Twitter il monegasco ha pubblicato le immagini di quello che sarà il suo casco a partire da questo venerdì. Sulla calotta impreziosita dall’immagine del padre fondatore Enzo, e i lati, sono stati inseriti i disegni delle monoposto che hanno vinto dei campionati mondiali come le F2001 e F2004 guidate da Michael Schumacher, la F2007 che ha permesso a Kimi Raikkonen di laurearsi iridato nel 2007, ultimo a farlo con la Ferrari, ma altresì la 312 T4 di Jody Scheckter e le vetture anni ’50 come quella di Alberto Ascari.

Per quanto riguarda Sebastian Vettel, ancora non sappiamo se pure lui omaggerà la Scuderia. Per il momento non è stato diffuso nulla in merito, anche perché, come noto, il tedesco è stato preso in ben altre vicende nelle ultime ore riguardanti il suo futuro.

Safety Car (©Getty Images)

Chiara Rainis