Non arriverà prima della prossima settimana l’annuncio del nuovo pilota ufficiale Ducati. E Johann Zarco avanza la sua candidatura su Pecco Bagnaia

Andrea Dovizioso (Foto Ducati)
Andrea Dovizioso (Foto Ducati)

L’annuncio era atteso già in questi giorni, alla vigilia del Gran Premio di casa della Ducati, a Misano Adriatico. Invece, riferisce ora il sito specializzato inglese Crash, citando non meglio specificate fonti interne al marchio bolognese, la situazione del mercato piloti di Borgo Panigale resta tuttora avvolta nell’incertezza.

Insomma, il nuovo portacolori della Rossa ufficiale, destinato a prendere il posto di Andrea Dovizioso, potrebbe ora essere confermato la prossima settimana, in occasione del secondo appuntamento di Misano, ma anche questa scadenza è tutt’altro che sicura. I tempi rischiano di andare decisamente per le lunghe.

Zarco tenta di sopravanzare Bagnaia per il sellino Ducati

Per il sellino in questione restano in lizza due candidati, entrambi già interni alla famiglia dei ducatisti. Il primo è il nostro Pecco Bagnaia, che ha ben impressionato al debutto stagionale a Jerez, ma poi si è infortunato a Brno, impedendo di fatto, almeno al momento, ogni ulteriore valutazione sulla sua competitività.

L’altro è Johann Zarco, che in Repubblica Ceca ha centrato la sua prima pole e il suo primo podio con la Desmosedici e in Austria, nonostante un polso fratturato, si è qualificato in prima fila. Anche i suoi risultati sarebbero tali da poterlo lanciare tranquillamente verso una promozione in prima squadra.

E lui stesso, infatti, si è proposto apertamente per il posto: “Le trattative stanno procedendo bene”, ha confermato ai microfoni del sito francese Paddock GP. “Da un 20% direi che sono passato a un 90% di restare in Ducati. Mi hanno rimesso sulla retta via, arriveranno altri podi e altre pole position e voglio viverle con loro”.

Insomma, uno tra Bagnaia e Zarco guiderà l’anno prossimo la Ducati ufficiale, l’altro andrà (o resterà) nel team satellite Pramac. L’altro sellino della Pramac, invece, dovrebbe andare a Jorge Martin, promosso dalla Moto2. Nel secondo team satellite Avintia, dove oggi milita lo stesso Zarco, potrebbe trovare posto un altro giovane oggi in Moto2, sicuramente italiano: o Enea Bastianini o Luca Marini.

Johann Zarco (Foto JOE KLAMAR/AFP via Getty Images)
Johann Zarco (Foto JOE KLAMAR/AFP via Getty Images)