Con Raikkonen è sempre show. L’ultimo team radio è tutto da ridere

0
2594

Noto per i suoi team radio epici Raikkonen non si è smentito neppure a Monza. Tutto è avvenuto al rientro ai box per la bandiera rossa.

Kimi Raikkonen (©Getty Images)

I suoi messaggi radio sono diventati nel corso degli anni patrimonio inestimabile per gli amanti dell’automobilismo non ingessato e composto da personaggi veri e spontanei. Anche nel Tempio della Velocità domenica scorsa Kimi Raikkonen non ha fatto nulla per trattenersi e si è reso protagonista di un’uscita colorita che ha strappato a tutti un sorriso.

La comunicazione, rimbalzata su diversi social e riportata dalla stessa F1 sul proprio account Twitter, è avvenuta al momento del rientro in pit lane per l’interruzione seguita all’incidente di Charles Leclerc.

Dopo essersi sincerato delle condizioni fisiche del ferrarista, Iceman ha chiesto ai meccanici di portare le termocoperte il prima possibile e da qui è partito tutto il siparietto.
“Il piano prevede 10 minuti di attesa prima del restart, per cui se vuoi restare in auto rimani, altrimenti se preferisci scendere, fallo pure”, lo avvisa il suo ingegnere. E il finnico ribatte con qualche bip: “Ok, ma dove sono le termocoperte? Sono consentite? Sì? E allora mettetele. Basta dirlo, dovete farlo! Cercatele e infilatele”. “Sì, sì”, la replica dimessa, quasi spaventata, causa il tono perentorio del 40enne di Espoo.

Sul tracciato brianzolo il campione del mondo 2007 ha dato vita ad una corsa aggressiva, grazie ad un buono spunto iniziale e più di qualche emozione regalata proprio al termine del periodo sotto safety car. Purtroppo per lui, però, i limiti della sua Alfa Romeo e le gomme alla frutta hanno vanificato gli strenui sforzi di tenersi aggrappato ad una top 3 insperata e in men che non si dica è stato risucchiato dal gruppo fino a scivolare in 13esima piazza. Una disdetta per un driver che in molti danno da pensione.

Alfa Romeo (©Getty Images)

Chiara Rainis