MotoGP, Ramon Forcada: “Team satellite vincente fa bene alla fabbrica”

0
158

Ramon Forcada sottolinea l’importanza di un team satellite vincente e i tornaconti anche per il marchio di fabbrica.

Ramon Forcada (getty images)

Ramon Forcada, capotecnico di Franco Morbidelli, è tecnico di lunga data ed è consapevole dei grandi passi avanti compiuti dai team satelliti negli ultimi anni. L’anno scorso è atterrato al team Petronas SRT dopo aver trascorso molto tempo nel team ufficiale

Nel 2020 il suo team ha già vinto due volte con Fabio Quartararo, mentre il suo assistito Morbidelli ha conquistato un podio. “Le fabbriche hanno visto molte cose”, ha commentato Ramon Forcada a DAZN. “Primo, se hai quattro moto identiche è meglio di due più due e hai molte più informazioni per l’evoluzione della moto. Se hai un buon pilota e gli dai una buona moto, è più facile mantenerlo che se lo hai in una squadra satellite con una moto standard. Il campionato a squadre è importante per gli sponsor, ma ovviamente poter avere davanti quattro moto del tuo marchio non è la stessa cosa che averne due e avere i due satelliti abbandonati. È pubblicità, perché le fabbriche hanno capito che vincere con una moto satellite fa loro bene”.

Massima apertura tra Yamaha e Petronas SRT

Le informazioni tra team factory e satellite sono aperte e libere, Yamaha ha cambiato filosofia e capito l’importanza di una squadra satellite. “La collaborazione è ottima. La Yamaha per me ha cambiato la mentalità da com’era una squadra satellite a com’è adesso, a livello informativo tutto è aperto. Siamo come un’appendice di una squadra ufficiale”.

Inoltre, in questa stagione insolita, si vede più che mai che i team satellite hanno pari opportunità di giocarsela per la vittoria. “Per le fabbriche, fintanto che ci sono sponsor nelle squadre satellite che possono pagare le moto ufficiali, è meglio avere quattro moto ufficiali. Perché se la moto è diversa – ha sottolineato Ramon Forcada -, il marchio deve realizzare pezzi di ricambio per due modelli diversi… Se i team satellite capiscono che sono davvero importanti e possono pagare, questo per me non può tornare indietro”.

Johann Zarco con Franco Morbidelli dopo l'incidente nel Gran Premio d'Austria di MotoGP 2020 al Red Bull Ring (Foto Dorna)
Johann Zarco con Franco Morbidelli dopo l’incidente nel Gran Premio d’Austria di MotoGP 2020 al Red Bull Ring (Foto Dorna)