L’ex rivale che tifa per Valentino Rossi: “Che bello se vincesse il titolo”

0
21327

Carlos Checa, che fu rivale di Valentino Rossi in pista, oggi tifa per lui: “Sa ottenere il massimo dalle peggiori situazioni. Mi piacerebbe se vincesse”

Carlos Checa e Valentino Rossi (Foto TENGKU BAHAR/AFP via Getty Images)
Carlos Checa e Valentino Rossi (Foto TENGKU BAHAR/AFP via Getty Images)

C’era un periodo, fino ad una quindicina di anni fa, in cui Carlos Checa e Valentino Rossi si scontravano direttamente in pista. Oggi che lo spagnolo è diventato un ex pilota, invece, sembra trasformatosi nel più grande dei sostenitori del Dottore.

Sedici stagioni in carriera nel Motomondiale, duecentoventidue Gran Premi di cui due vinti, Checa è un personaggio la cui esperienza e conoscenza delle due ruote sono testimoniate prima di tutto dai numeri. E dunque c’è da credergli se è pronto a scommettere su un’improbabile successo nel campionato del mondo 2020 di MotoGP per il fenomeno di Tavullia.

Anzi, Carlos addirittura si spinge a fare il tifo per Vale, e a spiegare il motivo è lui stesso: “È un pilota che sa come ottenere il massimo risultato anche dalle peggiori situazioni. Mi piacerebbe se vincesse il campionato”, ha dichiarato ai microfoni dell’emittente catalana Radio Onda Cero.

Per Checa il favorito è Dovizioso

Nel terzetto dei suoi favoriti per il titolo iridato, oltre a Valentino Rossi, Checa elenca anche Fabio Quartararo e soprattutto il nostro Andrea Dovizioso. Proprio quest’ultimo, secondo l’ex pilota di Sant Fruitós de Bages, sarebbe il favorito: “A Jerez a Dovizioso è mancato qualche decimo di secondo al giro fin dall’inizio della gara, ma sarebbe bello se potesse lottare per il Mondiale”, sostiene. “Questa è la sua opportunità, ma deve migliorare per esprimere tutto il suo potenziale”.

Il 2020 potrebbe dunque essere l’anno buono per Desmodovi, nonostante il divorzio ormai ufficializzato dalla Ducati al termine di questa stagione, che lo stesso Checa stigmatizza. “È una vicenda che si protrae ormai dall’anno scorso”, conclude. “Dovizioso avrà le sue ragioni e la squadra non si è presa cura di lui. La Ducati ha perso l’opportunità di creare un ambiente interno migliore”.

Carlos Checa (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Carlos Checa (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)