Superbike Aragon, classifica Gara 2: Rea batte Ducati, sorpresa Bautista

0
120

I risultati della Gara 2 Superbike del round di Aragon 2020: l’ordine di arrivo e la classifica della seconda manche SBK al Motorland.

Jonathan Rea Superbike Aragon
Jonathan Rea (foto Kawasaki Racing Team)

Dopo la Superpole Race, anche Gara 2 Superbike ad Aragon viene conquistata da Jonathan Rea. Il campione della Kawasaki è stato bravo a resistere alla rimonta di Chaz Davies su Ducati.

Il cinque volte campione del mondo SBK si rimette in testa alla classifica, dato che Scott Redding ha chiuso al quarto posto la seconda manche. Terzo gradino del podio ad Alvaro Bautista, che porta per la prima volta lì la nuova Honda CBR1000RR-R Fireblade. Buona quinta posizione per Michael Ruben Rinaldi, davanti alla Yamaha di Michael van der Mark. Top 10 completata da Leon Haslam, Toprak Razgatlioglu, Alex Lowes e Garrett Gerloff.

SBK Aragon 2020: cronaca e risultati Gara 2

-18 giri – Rea alla partenza si mette in testa, seguito da Redding e van der Mark. Poi ci sono Bautista, Razgatlioglu, Rinaldi e Davies.

-17 – Rea continua a guidare la corsa e prova la fuga. Van der Mark supera Redding, è secondo. Scott viene passato pure da Bautista. Davies è quinto dopo aver passato Rinaldi e Razgatlioglu.

-16 – Rea ha 1″5 su van der Mark, seguito dal sorprendente Bautista e dalle due Ducati Aruba. Ai margini della top 10 ci sono Loris Baz e Alex Lowes. All’ultima curva Davies supera Redding, portandosi in quarta posizione.

-15 – Rea ha 1″7 su van der Mark, tallonato da Bautista. Alla curva 13 Davies infila la Honda di Alvaro e sul rettilineo passa pure van der Mark. Adesso nel mirino di Chaz c’è Johnny.

-14 – C’è 1″6 tra Rea e Davies. Bautista passa van der Mark, è terzo. Baz cade.

-13 – Davies sta dando tutto per recuperare su Rea, lontano 1″5 e che non ha voglia di farsi riprendere. Bautista sempre terzo, ma van der Mark e Redding sono vicini. Rinaldi sesto davanti a Razgatlioglu. Ottavo Haslam, a precedere Lowes e Fores.

-12 – Rea ha 1″3 su Davies, che non si scrollato di dosso Bautista.

-11 – Razgatlioglu settimo, ha il trio Haslam-Lowes-Fores attaccato. Rinaldi, quinto, ha allungato sul turco della Yamaha. Undicesimo Sykes su BMW.

-10 – Tra Rea e Davies sempre 1″3-1″5 di gap. Bautista è attaccato a Chaz, mentre Rinaldi si è avvicinato a Redding.

-9 – Redding passa van der Mark, che ora è tallonato da Rinaldi.

-8 – Il margine tra Rea e Davies è sempre il medesimo. Bautista resta sotto il secondo da Chaz. Redding cerca di recuperare sul pilota Honda, distante 1″2.

-7 – Rinaldi si libera di van der Mark ed è quinto. L’italiano proverà a recuperare su Redding, che ha preso un po’ di metri dopo il sorpasso di due giri fa. Ritiro per Marco Melandri.

-6 – Rea ha 1″3 su Davies, che ha preso circa 9 decimi di vantaggio su Bautista.

-5 – Fores in lotta con Razgatlioglu, Haslam e Lowes per la settima posizione. Anche Sykes e Gerloff sono lì.

-4 – Davies supera Rea, che ha commesso un errore all’ultima curva e si è fatto recuperare tutto. Johnny riesce a ripassare e i due piloti battagliano, con Bautista che non è distante.

-3 – Rea tenta di rimettere del margine tra sé e Davies, che però non molla. Bautista è a meno di un secondo da Chaz.

-2 – C’è circa mezzo secondo tra Rea e Davies. Folle lotta tra sei piloti per la settima posizione: Razgatlioglu, Lowes, Haslam, Fores, Gerloff e Sykes.

-1 – Rea e Davies danno tutto all’ultimo giro. Bautista ha perso strada, si accontenta del terzo posto. Sul lungo rettilineo dell’ultimo settore Johnny riesce a mantenere la leadership e poi arriva primo al traguardo! Chaz secondo, Alvaro terzo. Poi le Ducati di Redding e Rinaldi. Sesto van der Mark.

Superbike Aragon 2020, risultati Gara 2: ordine di arrivo e classifica