SBK, Jonathan Rea: “La vittoria è una sorpresa anche per me”

Jonathan Rea si riprende il comando della classifica Superbike e nel prossimo week-end ad Aragon spera che le temperature non salgano.

Jonathan Rea (photo Instagram)

Jonathan Rea chiude il primo round di Aragon con un podio e due vittorie e si riprende la leadership del WorldSBK con 10 punti di vantaggio sul diretto avversario Scott Redding. Dopo aver dovuto cedere lo scettro alle Ducati, il pentacampione ha incassato la vittoria nella gara sprint e poi nel secondo round, raggiungendo le 95 vittorie nel mondiale delle derivate di serie.

Autore di una strepitosa partenza si è dovuto difendere dagli attacchi di Chaz Davies e a quattro giri dal traguardo, a causa di un errore, ha dovuto competere spalla a spalla per alcune curve, prima di prendere il largo verso il trionfo. “Non riuscivo a entrare in terza marcia prima dell’ultima curva. Ero bloccato in quarta marcia e non avevo il freno motore. Quindi ho deciso di guidare lungo la pista e poi innestare la marcia corretta. Questo ha dato a Chaz la possibilità di attaccarmi. Ma ho risposto subito”.

Pronto per il secondo round di Aragon

Sabato non è andata allo stesso modo: costretto ad inseguire le due Ducati non ha potuto tracciare le sue traiettorie e si è dovuto accontentare della terza piazza. “Ho preso confidenza nella Superpole Race, lì ho capito che se fossi partito bene avrei potuto vincere anche Gara 2. Infatti ho accelerato e superato, senza preoccuparmi di dover difendere o attaccare, riuscivo anche a gestire meglio il grip. Siamo andati veloci ed è stata una sorpresa anche per me”.

Fra pochi giorni il WorldSBK ritorna in scena al MotorLand di Aragon, ma si prevedono temperature più alte che potrebbero giocare a sfavore della Kawasaki. “Nel secondo appuntamento ad Aragon avremo meno stress perché abbiamo i dati dei test e di questo weekend di gara – ha concluso Jonathan Rea -. Possiamo sicuramente avere più facilità nelle prime due sessioni, purché le temperature rimangano simili”.