La Alfa Romeo chiama Mick Schumacher: lo mette in auto già quest’anno

0
11075

Il team principal della Alfa Romeo, Frederic Vasseur, ha promesso a Mick Schumacher una prova libera con la sua Formula 1 nel corso di questa stagione

Il test di Mick Schumacher con l'Alfa Romeo nel 2019 (Foto Alfa Romeo Racing)
Il test di Mick Schumacher con l’Alfa Romeo nel 2019 (Foto Alfa Romeo Racing)

Mick Schumacher tornerà al volante di una vettura di Formula 1 già nel corso di questa stagione, per una sessione di prove libere con la Alfa Romeo. Lo ha rivelato il team principal della squadra italiana, Frederic Vasseur, che pare essere stato convinto dalle prestazioni messe in luce finora dal figlio d’arte, nella sua seconda annata di Formula 2.

“Sta disputando un grande campionato”, ha commentato ai microfoni di Sky Germania. “Credo che avrà l’opportunità di provare una monoposto di F1 prima della fine di quest’anno. Vedremo, perché mancano ancora sei gare e lui è in lotta per il titolo”. Schumi Jr era già salito su una Alfa Romeo e anche su una Ferrari nel 2019, in occasione di due prove allestite per lui dalla Ferrari Driver Academy, di cui fa parte.

Mick Schumacher e i giovani della Ferrari verso la F1

Insieme a lui anche altri allievi del vivaio di Maranello, da Robert Shwartzman a Callum Ilott, sono sempre più decisamente nell’orbita del Mondiale a quattro ruote, sull’onda dei loro risultati nelle categorie inferiori. “Credo che il livello in Formula 2 sia molto alto in questa stagione”, prosegue Vasseur. “Ci sono sempre almeno cinque o sei piloti che possono vincere ogni gara, perciò credo che questo sia uno dei migliori campionati di sempre”.

E infatti Mick Schumacher, ma anche Shwartzman e Ilott, sarebbero tutti in corsa per la promozione da piloti titolari in Formula 1 nel 2021, tanto da essere ritenuti candidati ai sedili della stessa Alfa Romeo, ma anche della Haas, ovvero delle scuderie satellite del Cavallino rampante. “Per il momento tutte le opzioni sono sul tavolo”, ha ammesso il team principal della formazione americana, Gunther Steiner, “dalla riconferma dei nostri piloti attuali all’ingaggio di due debuttanti”. Insomma, le chance per l’erede del leggendario sette volte campione del mondo stavolta sembrano davvero credibili.

Il test di Mick Schumacher con l'Alfa Romeo nel 2019 (Foto Alfa Romeo Racing)
Il test di Mick Schumacher con l’Alfa Romeo nel 2019 (Foto Alfa Romeo Racing)