Lewis Hamilton, pole position da record… con una dedica a sorpresa!

0
352

Lewis Hamilton conquista la pole position nel Gran Premio del Belgio di Formula 1 a Spa-Francorchamps e la dedica all’attore scomparso Chadwick Boseman

Lewis Hamilton festeggia la pole position al Gran Premio del Belgio di F1 2020 a Spa-Francorchamps con il saluto Wakanda dedicato a Chadwick Boseman (Foto Lat Images/Mercedes)
Lewis Hamilton festeggia la pole position al Gran Premio del Belgio di F1 2020 a Spa-Francorchamps con il saluto Wakanda dedicato a Chadwick Boseman (Foto Lat Images/Mercedes)

Il colpo di scena più grande, se di questo possiamo parlare, non è stato tanto l’esito delle qualifiche del Gran Premio del Belgio: culminate nella pole position di Lewis Hamilton, che ha stabilito per ben due volte un nuovo record del circuito di Spa-Francorchamps, rifilando ben mezzo secondo di distacco al primo degli inseguitori, il suo compagno di squadra Valtteri Bottas.

No, la vera sorpresa è giunta dopo la bandiera a scacchi, quando il campione del mondo in carica ha esultato con un gesto molto particolare: il cosiddetto saluto Wakanda, con le braccia incrociate, reso famoso nel film Black Panther dall’attore americano Chadwick Boseman. E proprio alla star di Hollywood, morto stanotte di cancro all’intestino all’età di appena 43 anni, Hamilton ha voluto dedicare questo suo risultato.

Hamilton, pole dedicata a Boseman

“La sessione è stata molto pulita”, ha commentato al termine del turno di prove ufficiali. “In ogni giro continuavo a migliorarmi. Questa è una pole davvero importante per me. Mi sono svegliato con la notizia triste della morte di Chadwick: è stato un anno così pesante per tutti noi e questo fatto mi ha davvero spezzato il cuore. Non è stato facile tornare a concentrarmi con questo peso addosso, ma volevo tornare davanti a tutti perché ciò che lui ha fatto per la nostra gente verrà ricordato per sempre. Era davvero una luce brillante, Wakanda per sempre”.

I due si erano incontrati durante una settimana della moda a New York: “Non lo conoscevo personalmente, ma ci incrociammo durante il Met Gala”, ha spiegato. “Eravamo alla stessa cena, lo vidi un paio di volte durante la serata e alla festa eravamo allo stesso tavolo. Uno scenario incredibile: mi ricordo di avergli parlato. Io sono un grande appassionato della Marvel e, quando uscì Black Panther, fui molto orgoglioso di vedere il primo supereroe nero, sapendo come aveva funzionato il mondo di Hollywood per molto tempo. Vedere una figura così potente come la sua nel mondo degli Avengers è stato un onore. Era un’ispirazione e la sua eredità vivrà per sempre”.

Dominio assoluto in qualifica

Con questa spinta emotiva in più, Lewis ha ancora una volta stracciato tutta la concorrenza, conquistando la sua novantatreesima partenza al palo in carriera. “Volevo semplicemente scendere in pista oggi e guidare alla perfezione”, ha proseguito. “Nell’ultima fase delle qualifiche il mio primo giro è stato strepitoso e pensavo che non l’avrei potuto battere. Ma nel secondo tentativo sono riuscito ad azzeccare anche la curva 1, dove ho fatto fatica per tutto il weekend, e poi ho portato avanti tutto il resto del giro in maniera davvero ottima”.

Leggi anche —> F1 Belgio, Qualifiche: tempi e classifica finale

Lewis Hamilton festeggia la pole position al Gran Premio del Belgio di F1 2020 a Spa-Francorchamps con il saluto Wakanda dedicato a Chadwick Boseman (Foto Lat Images/Mercedes)
Lewis Hamilton festeggia la pole position al Gran Premio del Belgio di F1 2020 a Spa-Francorchamps con il saluto Wakanda dedicato a Chadwick Boseman (Foto Lat Images/Mercedes)