F1 Belgio, Prove Libere 3: tempi e classifica finale

E’ terminato il terzo turno di prove libere del Belgio. Sorprese in top 3, ma per la Ferrari l’incubo continua ed è sempre più brutto.

(©Mercedes Twitter)

Nuvole in cielo e una temperatura di appena 14° C per la terza sessione di prove libere sul circuito di Spa.
Subito dentro le due Haas.

A firmare il primo crono è Kevin Magnussen con un 1’45″984. 1’46″333 per il compagna di squadra Romain Grosjean.
Comincia a piovigginare e tutti sono al box.
Dopo 25′ si ritorna all’azione con Valtteri Bottas a portare la sua Mercedes al comando con un 1’43″813.
A 33′ dalla fine problemi sul motore dell’Alfa di Kimi Raikkonen.
Bottas, Max Verstappen con la Red Bull e Lewis Hamilton su Mercedes sono i primi 3 a mezz’ora dalla chiusura. Tutti e tre hanno firmato il crono su soft.

Malgrado il boss Ferrari Mattia Binotto abbia assicurato che la SF1000 vale di più di quanto dimostrato venerdì anche oggi Vettel e Leclerc stanno soffrendo. Il primo è 15°, il secondo è 12° quando mancano 25′.
Ultime del gruppo le due Alfa.
A 15′ dalla bandiera tutto tace in pista. Bottas resta davanti a Mad Max, Ham, alla Racing Point di Perez, all’Alpha Tauri di Pierre Gasly, che dimostra di essere in crescita, alla Renault di Ocon, alla sorprendente Haas di Magnussen, alla McLaren di Norris e alla Red Bull di Albon. Una situazione equilibrata che, come detto, non contempla la Rossa.
Per il momento anche la Williams di George Russell sembra più in forma di Seb.
Quando mancano 7′ tutti riprendono la pista per l’ultima bagarre prima delle qualifiche.
1’43″485 a sorpresa per Ocon, seguito da Norris. Poi però arriva Hamilton con un 1’43″255.
Un po’ di controsterzo rallistico per Bottas che a 2′ dalla fine è 5°.
Vettel ultimo. 17° Leclerc.

Bandiera a scacchi!! Lewis Hamilton termina davanti alla Renault di Esteban Ocon e alla McLaren di Lando Norris. Ferrari catastrofica. Ultima con Vettel e 17° con Leclerc.

(©Renault Twitter)