Alla Ferrari resta la pietà Mercedes: “Ci dispiace, non va bene per la F1”

0
915

Toto Wolff ha voluto dire la sua sul particolare momento che sta vivendo la Ferrari. A quanto pare il manager austriaco non ne è molto felice.

Binotto e Wolff (Getty Images)
Binotto e Wolff (Getty Images)

La Ferrari sta vivendo uno dei momenti più grigi della sua storia. La squadra di Maranello, infatti non vince il titolo piloti da 13 anni e quello costruttori da 12. In questo 2020 inoltre la Rossa sembra non essere minimamente competitiva non solo per la vittoria, ma anche solo per lottare per il podio.

A Spa, durante le qualifiche, c’è stato un vero e proprio tracollo della Ferrari che non è riuscita a piazzare nemmeno una vettura in Q3. La squadra di Maranello non solo sembra non avere più la velocità di punta di un tempo, ma pare anche abbia dei problemi aerodinamici.

Wolff: “I tifosi Ferrari non meritano questi risultati”

Come riportato da “Marca”, anche Toto Wolff ha voluto dire la sua sul particolare momento che sta vivendo la scuderia italiana: “La Ferrari è un marchio iconico e dovrebbe competere lì davanti. Questo non accadendo e non va bene per la F1, mi dispiace molto per i tifosi italiani e gli impiegati della Ferrari che soffrono questa mancanza di prestazioni”.

Il manager austriaco ha così concluso: “Dobbiamo mettere in discussione le priorità che sono state stabilite negli ultimi tempi per quanto concerne questa mancanza di prestazioni. Sia i tifosi che il popolo della Ferrari non meritano risultati simili. Non è corretto parlare della priorità della Ferrari perché queste sono decisioni che sono state prese all’interno della squadra da alcuni membri del team”.

Antonio Russo

Ferrari (Getty Images)
Ferrari (Getty Images)