Sebastian Vettel non sembra più il favorito al sedile della Aston Martin nel 2021: ora l’ipotesi più probabile sembra quella del rinnovo di Sergio Perez

Sebastian Vettel (Foto Ferrari)
Sebastian Vettel (Foto Ferrari)

Il futuro di Sebastian Vettel resta avvolto nell’incertezza, almeno per il momento. Le voci di mercato alla vigilia del Gran Premio del Belgio indicavano proprio la scadenza di questo weekend come quella decisiva per firmare finalmente il suo contratto con la Aston Martin (l’attuale Racing Point) per il 2021.

Ma negli ultimi giorni sembra aver invece ripreso quota la candidatura di Sergio Perez, che si è detto sempre più fiducioso rispetto alla prospettiva di mantenere il suo sedile. “Non vediamo la ragione di cambiare nulla”, ha detto il messicano, aggiungendo addirittura di non essere in contatto con alcun’altra squadra.

Perez supera Vettel nella corsa alla Aston Martin 2021

Perez, insomma, non ha un piano B: “No, le indicazioni che mi giungono dal team è che vogliono continuare con me”. Persino il suo compagno di squadra Lance Stroll, figlio del magnate Lawrence, proprietario del team, ha lasciato intendere che le cose potrebbero non andare come i giornalisti si aspettavano: “Non vi darò la storia che volete vendere”, ha spiegato il canadese.

Dunque, quando i membri della stampa lo hanno provocato chiedendogli se avesse portato una penna in Belgio, Sebastian Vettel ha risposto: “Ho molte penne con me, ma non per firmare nulla di speciale. Non ci sono novità sul mio futuro. Potete semplicemente copiare e incollare le risposte della scorsa volta”.

Dunque, non si sa ancora che cosa farà l’anno prossimo il quattro volte campione del mondo. Se non riuscirà ad accasarsi alla Aston Martin, trovandosi chiuse le porte delle altre squadre di primo piano, potrebbe tornare d’attualità l’ipotesi di un suo anno sabbatico. O, addirittura, di un ritiro definitivo dalla Formula 1.

Sebastian Vettel (Foto Ferrari)
Sebastian Vettel (Foto Ferrari)